Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Rugby Guinness Pro12: le Zebre Parma reggono il confronto con il Cardiff Blues campioni in carica

image_pdfimage_print

boni_zebre_cardiff_1617PARMA, 24 settembre 2016- Archiviata la gara della settimana scorsa sospesa per maltempo dopo soli 40 minuti con le Zebre avanti 22-10 sui campioni in carica del Guinness Pro12, lo stadio Lanfranchi ha potuto subito riabbracciare i bianconeri nel quarto turno del torneo celtico. Avversari di giornata i gallesi Cardiff Blues scesi a Parma forti di tre vittorie in altrettante sfide stagionali tra cui la vittoria in trasferta contro Munster e quella dello scorso weekend contro i quotati Glasgow Warriors. Tre cambi per il XV del Nord-Ovest che ritrovato il flanker Meyer -al suo esordio ufficiale- ed il pilone Lovotti che ha scontato i due turni di squalifica inflitti dopo la gara inaugurale di Swansea. Con Biagi a riposo precauzionale è stata l’altra seconda linea Geldenhuys a capitanare le Zebre Rugby nella sfida ai gallesi battuti tre volte nei precedenti 8 incontri ufficiali.

Dopo un primo vantaggio al piede sono le Zebre a segnare la prima meta ma l’inferiorità numerica per il giallo a Fabiani da ai gallesi la possibilità di portarsi avanti alla mezz’ora con la meta di Scully dopo diversi errori dalla piazzola di Shingler. Prima dell’intervallo i Blues allungano con la seconda meta di giornata chiudendo il primo tempo avanti 18-11. La ripresa ha visto le Zebre fermate ancora dall’indisciplina con il giallo a Ruzza sfruttato da Warburton e compagni per segnare a terza meta. Reazione rabbiosa dei bianconeri a mettere molta pressione agli ospiti: vicino all’ora di gioco la meta di Bisegni riporta a distanza di break il XV del Nord-Ovest. Si alza il ritmo al Lanfranchi con i gallesi vicini alla quarta segnatura fermati dalla difesa italiana in due pericolose azioni a dieci dal termine. Le Zebre hanno l’occasione di segnare con una penal-touche giocata sui 10 metri al 72° ma Bernabò è fermato dal tenuto. Dopo un pasticcio della rimessa gallese nei propri 22 le Zebre giocano bene un pallone alla mano portando in meta sulla bandierina opposta Venditti: Padovani non centra i pali e fallisce il possibile pareggio a 4 dal termine. L’ultima opportunità è ancora bianconera ma la touche sulla metà campo è rubata ed il pallone spedito fuori dal campo a tempo ormai scaduto. I Cardiff Blues trovano la vittoria a Parma che gli frutta la testa solitaria della classifica del Guinness PRO12 dopo i primi 4 turno. Per le Zebre l’ottima reazione della ripresa porta al primo punto casalingo stagionale davanti ai 2000 tifosi dello stadio Lanfranchi.

Le impressioni dell’head coach Gianluca Guidi raccolte in sala stampa al termine della partita :”Penso che l’analisi della gara sia semplice: nel momento importante abbiamo sbagliato due touche e alcuni calci ai pali: così non si vincono le partite. Nel primo tempo non ci siamo adattati ai metro arbitrale con troppi falli sul punto d’incontro, dispiace perdere così. La squadra è rientrata bene in partita dopo essere stata sotto di 12 punti: sono contento della reazione che ci ha portato a cogliere un buon punto contro la prima in classifica. Abbiamo giocato alla pari oggi, un dato che ci fa rimanere positivi. La squadra esce dal campo con amaro in bocca e da questo ripartiremo lunedì. Muoviamo molto più la palla rispetto all’anno scorso: dobbiamo lavorare dato che paghiamo sanguinosamente calci sbagliati e indisciplina: così non possiamo competere. Dobbiamo essere più intelligenti ad adattarci all’arbitro e lavorare con il nostro referente arbitrale in settimana: fa parte della crescita della squadra. A questo livello nessuno ti regala nulla ma la squadra ha fatto bene e a Limerick contro Munster sabato prossimo deve ribadire di essere sulla strada giusta. I ragazzi stanno facendo bene, ciò è legato alla qualità del lavoro settimanale fatto con tanti atleti disponibili con intensità, copiando ciò che i ragazzi trovano poi in campo il sabato”.

Parma, Stadio Lanfranchi – 24 Settembre 2016

Guinness PRO12 2016/17, Round 4

Zebre Rugby Vs Cardiff Blues 21-23 (p.t. 11-18)

Marcatori: 4‘ cp Canna (3-0); 8‘ cp Shingler (3-3); 12‘ m Palazzani (8-3); 23‘ cp Shingler (8-6); 29‘ m Scully tr Shingler (8-13); 36‘ m Morgan (8-18); 40‘ cp Padovani (11-18); s.t. 7‘ m James (11-23); 22‘ m Bisegni (16-23); 35‘ m Venditti (21-23); ‘

Zebre Rugby: Padovani, Di Giulio (30’ s.t. Van Zyl), Bisegni, Boni (13’ s.t. Castello), Venditti, Canna, Palazzani (34’ s.t. Engelbrecht); Minnie (8’ s.t. Bernabò), Meyer (14’ s.t. Sarto), Mbandà, Ruzza, Geldenhuys (cap), Ceccarelli (16‘ s.t. Chistolini), Fabiani (10‘ s.t. D’Apice), Lovotti (23‘ s.t. Postiglioni) All.Guidi

Cardiff Blues: Morgan; Scully, Allen (13’ s.t. Smith), Lee-Lo, James; Shingler (6’ s.t. Anscombe), Williams L. (29’ s.t. Williams T.); Williams N. (16’ s.t. Jenkins G.), Warburton (cap), Navidi (34’ s.t. Jenkins E.),, Turnbull, Earle (17’ s.t. Cook), Andrews (19‘ s.t. Filise), Rees (9‘ s.t. Dacey), Gill (23‘ s.t. Williams N.) All. Wilson

Arbitro: David Wilkinson (Irish Rugby Football Union)

Assistenti: Frank Murphy (Irish Rugby Football Union) e Luca Trentin (Federazione Italiana Rugby)

Calciatori: Canna (Zebre Rugby) 1/2, Padovani (Zebre Rugby) 1/3, Shingler (Cardiff Blues) 3/7, Anscombe (Caridff Blues) 0/1

Cartellini: al 27° giallo a Fabiani (Zebre Rugby), al 30° giallo a Turnbull (Cardiff Blues), al 3’ s.t. giallo a Ruzza (Zebre Rugby), al 11° s.t. giallo a Gill (Cardiff Blues)

Man of the match: Canna (Zebre Rugby)

Note: Cielo sereno. Temperatura 24°.Terreno in ottime condizioni. Spettatori 2000.

Rivedi l’intera gara on demand su Rugby Channel qui 

Le Zebre si ritroveranno alla Cittadella del Rugby di Parma lunedì 26 Settembre per preparare il quinto turno del campionato Guinness PRO12 che vedrà il XV del Nord-Ovest in Irlanda contro il Munster sabato prossimo 1 Ottobre 2016 alle ore 18 italiane.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 24 settembre 2016. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *