Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Ospedale di Luino: riattivata l’emergenza notturna

LUINO, 1 settembre 2016-Finalmente è ufficiale: lunedì 5 settembre verra’ riattivata, dopo la pausa estiva per la gestione delle ferie del personale, l’urgenza notturna e nei giorni festivi presso il Reparto di Chirurgia-Ortopedia dell’Ospedale di Luino – così commenta un raggiante Andrea Pellicini la comunicazione pervenuta dall’Azienda Socio Sanitaria Territoriale dei Sette Laghi.
E’ davvero una vittoria delle legittime istanze del territorio – continua Pellicini – per la quale mi sento di ringraziare, oltre all’Azienda che ha mantenuto i suoi impegni, anche Regione Lombardia che ha saputo ascoltare le nostre preoccupazioni. Insieme al Vice Sindaco Alessandro Casali, tra la fine di maggio e l’inizio di giugno, abbiamo avuto diversi incontri con le massime autorità sanitarie regionali, spiegando quali sarebbero stati i problemi della cessazione dell’urgenza notturna.”
Il Sindaco riconosce poi come la grande attenzione sul tema da parte dell’intera Città abbia avuto un ruolo fondamentale.
Davvero, anche grazie al supporto costante del Comitato Cittadino – conclude Pellicini – e alla compattezza dimostrata dall’intero Consiglio Comunale, che ha saputo trovare unità e approvare all’unanimità una mozione di sostegno a questa battaglia, siamo riusciti a ribaltare una vicenda che sembrava segnata. Lo ripeto da tempo: dell’Ospedale di Luino è necessario parlare bene, mettendo in luce tutte le sue grandi qualità e rifuggendo la facile tentazione di piangerci sempre addosso. In questi anni abbiamo difeso con le unghie i reparti, facendo sentire la nostra presenza ai medici, agli infermieri e al personale amministrativo. Per una volta è giusto dire che i nostri sforzi sono stati premiati”.
image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 1 settembre 2016. Filed under Sanità. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *