Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Busto Arsizio, M5Stelle contro ipotesi abbattimento convertino

BUSTO ARSIZIO, 1 settembre 2016– Non abbiamo fatto in tempo a venire a conoscenza della decisione di abbattere la ciminiera in mattoni di Via Pisacane per fare posto alla Coop che già veniamo colpiti da un’altra notizia shock: in mancanza di soldi per un restauro conservativo l’assessore alla Cultura, Paola Magugliani, propone l’abbattimento del così detto “conventino” ( ex casa Canavesi-Bossi) di Via Matteotti. Edificio di storica memoria tutelato dalla sovrintendenza.
Dagli sventramenti del centro storico, passando alle demolizioni delle ville Liberty e ora di quei pochi monumenti superstiti che ci tramandano memorie e tradizioni del passato sembra che la Città di Busto Arsizio, e chi la amministra, non sia in grado di capire l’importanza di un patrimonio da valorizzare, anziché da distruggere, privandone per sempre le future generazioni.
Mentre in altri Comuni cercano di salvaguardare il proprio patrimonio architettonico nella nostra Busto si fanno solo i conti da ragioniere separando con la perentoria linea dell’abbattimento ciò che non si ritiene abbastanza meritevole di intervento.
Così per la ciminiera, ricordo dell’epoca industriale dei primi del ‘900, si preferisce convincere la soprintendenza a cambiare idea sulla sua tutela piuttosto che pensare a un progetto che la integri con il nuovo edificio commerciale e per il Conventino si inventano scuse infondate quali una ridatazione dell’immobile cinquecentesco agli anni’30 e l’eventuale ricostruzione di un edificio “in stile” per giustificarne l’abbattimento.
Il Movimento 5 stelle si opporrà a tale decisione nelle sedi istituzionali chiedendo anche conto dell’attuazione della convenzione con la ditta Soceba S.p.a, stipulata a novembre 2015, che prevede lavori di ristrutturazione strutturali per 900.000 euro al Conventino a carico della società come trasmutazione degli oneri urbanistici dei parcheggi non realizzati in piazza Vittorio Emanuele II.
È ora di invertire la tendenza e impedire il continuo abbattimento del patrimonio comune solo perché non ritenuto finanziariamente remunerativo. Gli uomini sono fatti anche di spirito che l’arte e la cultura possono alimentare, non solo di denaro.

Arch. Claudia Cerini
Consigliere MoVimento 5 stelle
Busto Arsizio

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 1 settembre 2016. Filed under POLITICA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *