Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Liste di attesa in Sanità: stipendio decurtato per i Direttori Generali che non le ridurranno

image_pdfimage_print
L'ingresso Ospedale Circolo di Varese

L’ingresso Ospedale Circolo di Varese

MILANO, 6 settembre  2016 – I direttori generali del sistema sanitario lombardo che non si impegneranno per la riduzione di tempi e liste di attesa si vedranno lo stipendio decurtato. E’ quanto sollecita la mozione approvata oggi dall’Aula e illustrata dal capogruppo della Lega Nord, Massimiliano Romeo. Il documento auspica la massima trasparenza sui tempi necessari per ricevere una prestazione sanitaria  e una revisione del sistema di gestione delle agende (di queste solo il 30% sono attualmente consultabili dai cittadini), pubblicando i dati anche delle strutture private accreditate. “Siamo convinti che inserendo tra i criteri di valutazione la riduzione dei tempi di attesa in un anno si potranno già vedere i primi risultati”, ha sottolineato il capogruppo Romeo. Nel dibattito sono intervenuti i consiglieri Carlo Borghetti (PD), Angelo Capelli (NCD), Umberto Ambrosoli (Patto Civico), Riccardo De Corato (FdI), Dario Violi (M5S), Antonio Saggese (Lista Maroni). Su indicazione di Borghetti e Capelli la mozione è stata integrata con un ulteriore sollecito a favorire l’accesso dei cittadini ai sistemi dei Cup. Parere favorevole della Giunta è stato espresso dal Sottosegretario Alessandro Fermi.

Il documento è stato approvato con 48 voti a favore e 8 astensioni.

Residenza qualificata per il welfare lombardo

L’Aula ha invece respinto la mozione del Patto Civico (relatore Roberto Bruni) contraria al requisito della residenza qualificata per l’accesso ai servizi sociali in Lombardia. Nella premessa la mozione sottolineava come diverse sentenze della Consulta e della Corte europea per i diritti dell’uomo avessero giudicato anticostituzionale e discriminatorio tale criterio.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 6 settembre 2016. Filed under PROVINCIA,Sanità,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *