Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Tra cielo e terra”, mostra di Silvana Brandi al monastero di Cairate

Le foreste magiche

Le foreste magiche

CAIRATE, 16 settembre 2016- “Tra terra e cielo” tocca “quell’immenso” esistente tra le due dimensioni, raccontando l’inespresso pensiero che trova voce nelle opere in mostra al monastero di Cairate (mostra aperta nei weekend a partire dal 1  fino 16 ottobre).

 L’ispirazione folgorante è arrivata rivisitando dopo lungo tempo il monastero, luogo ricco di fascino per la sua storia e la natura intorno. Passo dopo passo, durante la visita tra le sale, lungo il chiostro, i giardini esterni ho iniziato a percepire delle sensazioni e non ho potuto fare a meno di sedermi e ascoltare fino in fondo l’invito di quel richiamo silenzioso. Il percorso creativo della mostra è nato semplicemente guardandomi intorno, sollevando gli occhi al cielo tra i rami e le cortecce, a naso in su tra le mura affrescate, passeggiando nel chiostro. Seduta ad ascoltare la natura e quella storia, a spasso nel tempo, ho capito che proprio da quel luogo partiva il mio racconto. Tornata allo studio ho cercato di esternare con bozzetti e parole quelle voci che ancora mi parlavano, rivivendo le sensazioni avute tra quelle mura.

E poi, con mia sorpresa, non solo ho pensato in maniera virtuale ciò che avevo percepito al monastero, ma il tutto si è concretizzato iniziando a usare gli strumenti a me più compatibili: colori e pennelli sulla tela. La corteccia è stato il materiale successivo adatto a rivelare quelle sensazioni provate, perché urgeva la necessità di usare la materia così come l’avevo sentita ‘naturalmente’. La corteccia è intesa come una pelle, che protegge, avvolge e rafforza l’albero e che, plasmandosi, si adatta e si trasforma ciclicamente alle stagioni in divenire, per sopravvivere. La natura è una grande fonte di energia e ricchezza, che parla se si ha il desiderio di ascoltare sensibilmente.

E ho cercato di completare la nuova ispirazione creativa, dopo aver ragionato su cortecce, carta, colori, integrando con una tecnica di pittura attuale, quella cha fa parte del mio quotidiano, la resina, materiale versatile e affascinante. Così è nato il felice connubio tra natura (corteccia) e tecnologia (resina) a raccontare le memorie vissute, che avevo sicuramente già incontrato da qualche parte, senza ascoltarle veramente, come quando mi sono seduta a pensare al monastero. Quella voce silenziosa iniziale ha trovato la materia giusta per manifestarsi, concretizzandosi attraverso il mio lavoro, con la “mia materia e i miei colori”. Mi auguro che questa esposizione possa far pensare a quanta positività abbiamo intorno, ad accompagnarci quotidianamente, che non sempre riusciamo ad apprezzare, se non quando ci fermiamo e raccogliamo le voci della natura e della storia che ci appartiene. Nel mio percorso creativo, che trae ispirazione dalla natura in un vissuto sensibile, ho cercato di mantenere una memoria raccontandola con delle tecniche moderne, quelle che l’uomo ha saputo trasformare abilmente nella sua continua ricerca.

Raccogliendo quelle immagini silenziose al monastero mi sono sentita a mio agio e descrivere e poi dipingere quelle sensazioni le ha fatte diventare reali, a sottolineare il legame tra immaginario sensibile e realtà. Ed ecco il mio racconto. Mi sento un’artista di oggi, che ha studiato il passato, la storia con i suoi maestri, fonte di ispirazione, che non rinnego perché sono le radici fondamentali del mio bagaglio, ma il pensiero positivo va al mio tempo: l’artista di oggi deve lavorare con le tecniche che rappresentino il proprio tempo, nel continuo trasformarsi e divenire.

Silvana Brandi

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 16 settembre 2016. Filed under Arte,PROVINCIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *