Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Chiedeva l’elemosina a Gallarate ma era un rapinatore seriale

image_pdfimage_print

polizia-di-stato-497669.610x431GALLARATE, 9 settembre 2016- Nella mattina di mercoledì 7 settembre gli agenti del Commissariato di P.S. di Gallarate hanno arrestato il quarantatreenne rumeno B.D.

Vari i precedenti penali: per rapina, ricettazione, lesioni personali, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, maltrattamenti su animali, omessa custodia di animali con conseguenti lesioni personali colpose, occupazioni di edifici, ben noto a Gallarate per l’abitudine di questuare nelle vie del centro in compagnia del suo cane, fatto per cui recentemente aveva subito anche ripetute contestazioni amministrative per violazioni al nuovo regolamento di polizia urbana.

Si trovava in compagnia del suo cane e di altri connazionali nei pressi del piazzale della Stazione ferroviaria, come in altre occasioni, quando è stato sottoposto ad un controllo di  polizia nell’ambito del consueto pattugliamento che la Squadra Volante opera nella zona.

E’ così emerso a suo carico un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento, divenuto esecutivo negli scorsi giorni dopo un lungo iter giudiziario in cui B.D. è stato giudicato colpevole di acquisto di cose di sospetta provenienza e porto di oggetti atti ad offendere (nello specifico nel 2007 era stato sorpreso dalla Polizia di Stato di Benevento in possesso di vari telefoni cellulari ed orologi, nonché di un coltello e di una cesoia).

Prima di essere condotto in carcere ha affidato il suo cane ad un connazionale che si trovava in sua compagnia.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 9 settembre 2016. Filed under Cronaca,PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *