Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Prima i nostri!”, passa il referendum anti frontalieri nel Canton Ticino

image_pdfimage_print
Festeggiano i promotori del referendum anti frontalieri (foto corrieredelticino.ch)

Festeggiano i promotori del referendum anti frontalieri (foto cdt.ch)

BELLINZONA, 25 settembre 2016- – Sì all’iniziativa UDC “Prima i nostri!”, no al controprogetto di Parlamento e Governo. Il popolo ticinese si è espresso (con un’affluenza piuttosto bassa che si attesta sul 45%) a favore della preferenza indigena per ciò che riguarda i posti di lavoro nel nostro cantone. Per ciò che riguarda il dumping, il controprogetto governativo l’ha invece spuntata sull’iniziativa della sinistra (MS) e che chiedeva più misure di controllo sugli stipendi.

I risultati delle votazioni cantonali sono definitivi: l‘iniziativa popolare “Prima i nostri” accolta con il 58% dei voti, 39,7% di “no” e 2,3% di senza risposta. Il controprogetto è invece stato respinto dal 57,4% con il 36% di “sì” e un 6% senza risposte. A Lugano “Prima i nostri” è stata accolta con il 60,4% di sì e il controprogetto respinto con il 60,1%.
Per ciò che riguarda l’iniziativa “Basta con il dumping salariale in Ticino” questa è stata respinta dai ticinesi con il 52,4% di “no” a fronte di 45% di “sì” e 2,6% senza risposta. Accolto invece il controprogetto con il 55% di “sì”: 39,5% i “no” e i senza risposta al 5,6%. A Lugano l’iniziativa è stata bocciata con il 54,1% e il controprogetto accolto con il 55,3%.

Esito referendario sul quale è intervenuto pure il segretario e consigliere regionale del Pd Alessandro Alfieri <<Quello che preoccupa di questo referendum è il clima generale di insofferenza nei confronti dei lavoratori italiani che contribuiscono alla ricchezza del Canton Ticino. E preoccupa ancor di più che la Lega nord che si riempie la bocca di appelli demagogici in difesa del Nord, va a braccetto con la Lega dei ticinesi promotori del referendum. Se ci saranno conseguenze per i nostri lavoratori di certo la Lega di Maroni e Salvini non sarà esente da colpe>>.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 25 settembre 2016. Filed under Economia,PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *