Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Amaro sfogo di Mauro della Porta Raffo nei confronti della stampa locale: “Non chiamatemi più”

image_pdfimage_print
Mauro della Porta Raffo

Mauro della Porta Raffo

VARESE, 28 settembre 2016- di GIANNI BERALDO-

Amaro sfogo di Mauro della Porta Raffo nei confronti della stampa locale. Il noto giornalista (ora collabora pure con il quotidiano “La Verità”, diretto e fondato da Maurizio Belpietro) scrittore e opinionista varesino, non ha gradito il trattamento riservatogli dagli organi di informazione locale i quali, a suo dire, non avrebbero dedicato lo spazio che meritava l’iniziativa inerente la premiazione dei personaggi più illustri della città, nell’ambito del 200esimo anniversario della nomina di Varese Città.

Iniziativa che rientrava nel fitto programma ideato dai “saggi” preposti all’organizzazione, tra cui lo stesso Mauro della Porta, durante le quali venivano poste in evidenza le varie peculiarietà che ha reso celebre la città negli ultimi due secoli.

<<Nessuno di voi, giornali cartacei e quelli online, si è degnato di scrivere una riga su quella importante serata dove venivano premiate personalità importanti che hanno dato lustro alla città- E’ una vergogna. L’unico quotidiano che ha riportato l’incontro, ha relegato l’articolo in fondo pagina dando ampio spazio ai Legnanesi, compagnia teatrale che si esibisce a Varese ogni tre mesi>>.

L’arrabbiatissimo Raffo continua <<Insomma, prediligere i Legnanesi -che abbiamo la possibilità di vedere sempre-a iniziative che accadono ogni cento anni, mi pare una scelta editoriale senza senso. Voi poi (riferendosi al sottoscritto, ndr), non avete riportato proprio nulla e questo è ancora più grave>>

Infine sconsolato aggiunge <<d’ora in poi non voglio più essere contattato da giornalisti locali, così come essere menzionato in qualsivoglia articolo di giornali locali. Con tutti voi ho chiuso>>.

Comprendiamo la rabbia di Raffo che nello specifico si è sentito quasi preso in giro.

Come direttore mi assumo tutte le colpevoli mancanze per non avere seguito come meritava  quella premiazione e dall’alto valore culturale e sociale.

Aggiungendo però che abbiamo evidenziato tutti gli altri vari vari appuntamenti in programma per il bicentenario, oltre a seguire con simpatia e stima tutto quanto viene proposto in città dallo stesso Raffo nel corso dell’anno. Per noi la stima e amicizia nei suoi confronti rimane immutata.

direttore@varese7press.it

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 28 settembre 2016. Filed under Spettacoli&Cultura,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *