Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Casa Pound in piazza contro degrado e violenza a Varese

image-1VARESE, 29 settembre – Volantini con le promesse del sindaco e del vicesindaco, tutte rigorosamente disattese. Ad affiggerli è stata CasaPound Italia Varese per ricordare le inefficienze della giunta cittadina in fatto di sicurezza e lotta al degrado.

“Nonostante le promesse della campagna elettorale – spiega il responsabile provinciale di Cpi, Gabriele Bardelli – Varese è preda di un degrado sempre maggiore: in questi mesi nulla è stato fatto e il comparto stazioni, Piazza Repubblica e gli altri quartieri della città dopo un certo orario diventano ostaggio di bande di stranieri ubriachi”.

“La giunta – prosegue Bardelli – non solo rifiuta di ammettere la correlazione tra degrado e immigrazione, ma ha anche spinto perché il numero degli irregolari ospitati a nostre spese nei centri d’accoglienza aumentasse”.

“Ormai centinaia di immigrati irregolari affollano Piazza Repubblica ogni giorno, rendendo la vita impossibile a residenti, lavoratori e chiunque si trovi a passare in quelle zone”.

“Anche l’opposizione in Consiglio comunale – aggiunge l’esponente di Cpi – sembra interessata più al tema della spartizione dei posti nelle partecipate che a quello della sicurezza dei cittadini”.

“È necessario – aggiunge Bardelli -far sentire la nostra voce in piazza. Per questo sabato 1 ottobre, dalle ore 15, saremo ad Uboldo davanti al centro di accoglienza gestito dalla KB Srl e oggetto di polemiche nelle scorse settimane dopo che gli immigrati irregolari ospitati inscenarono una protesta nella cittadina per chiedere i documenti di riconoscimento”.

“Agli immigrati diciamo che non siamo più disposti a tollerare l’arroganza di chi, da irregolare, pretende tutto, ma abbiamo un messaggio – conclude Bardelli – anche per chi sfrutta gli immigrati: siete nemici dell’Italia e degli italiani e non potete più nasconderlo”.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 29 settembre 2016. Filed under POLITICA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *