Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Civici e Democratici” vogliono continuare l’attività amministrativa a livello provinciale: presentato programma oggi a Villa Recalcati

image_pdfimage_print

civici-e-demVARESE, 1 ottobre 2016- di GIANNI BERALDO-

Guai con l’Agenzia Formativa con tanto di indagini della magistratura, bilanci che non tornano con la Corte dei Conti a dare l’allarme. Basterebbero solo queste due faccende (gravi) a far crollare la fiducia di una Giunta appena insediatasi. Questo il quadro che si era presentato due anni fa al debutto della nuova giunta provinciale capitanata da liste di centrosinistra con la sola eccezione della lista del Nuovo Centro Destra, alleatasi con il cs a livello provinciale sulla scia degli ultimi accadimenti politici che hanno visto un’apertura nei confronti del centrodestra da parte del premier Renzi nella nuova composizione del Governo. Tra i principali protagonisti di questi primi due anni d’amministrazione provinciale con a capo il presidente Gunnar Vincenzi, il sindaco di Tradate Laura Cavallotti, capace come revisore dei conti di trovare qualcosa di anomalo nelle gestione del bilancio da parte della precedente amministrazione votata direttamente dai cittadini a differenza dell’attuale eletta invece da consiglieri comunali in rappresentanza di tutti i Comuni provinciali (elezioni di secondo livello secondo al riforma Del Rio).dsc00126

Qualcosa nel frattempo si è crepato a livello di alleanze, con l’attuale vice presidente Enrico Ginelli di Ncd in disaccordo su tutto con VincenZi, con il quale faceva “comunella” solo fino a qualche mese fa. Misteri della politica. Resta il fatto che il 15 ottobre si vota e la lista che rappresenta il centrosinistra ci riprova. “Civici e democratici”, questo il nome della lista presentata oggi a Villa Recalcati alla presenza di un cospicuo numero di candidati (molti sindaci). Tra loro la stessa Cavallotti che sintetizza quanto svolto dall’amministrazione uscente ricordando ancora le brutte faccende del bilancio. Paolo Bertocchi ricorda quanto siano importanti i voti di consiglieri comunali di centrosinistra e non solo << In tal senso spero che anche i pochi ma importanti consiglieri di Sel possano darci un mano con i loro voti, pur sapendo che le indicazioni della loro segreteria provinciale siano quelle di lasciare libera scelta>>. A Bertocchi ricordiamo le stilettate dirette da Ginelli nei confronti di Vincenzi e di tutti il centrosinistra <<A Ginelli rispondo che allora farebbe bene a dimettersi da vice presidente se fosse coerente. Tra l’altro mi pare un atteggiamento davvero incoerente il suo, considerato che finora ha “governato” con noi partecipando a ogni nostra decisione>>.

Laura Cavallotti

Laura Cavallotti

Ipotizza già cosa possa accadere dopo le  elezioni invece Luca Paris << Guarderei al tema della provincia o come si chiamerà dopo la riforma, in prospettiva futura. La Gestione associata dei sevizi sarà una funzione strategica sulla quale noi punteremo molto, con la costituzione delle aree omogenee (articolo 5 Legge Del Rio). Quello che noi stiamo già facendo come Comune di Varese con il progetto definito come Grande Varese. Abbiamo costituito una commissione ad hoc per la costituzione di un’area vasta. Insomma l’ambizione per il prossimo futuro è promuovere una pianificazione seria tra organismi erogatori (Governo centrale e regioni) e l’ente di area vasta per fare in modo che contributi di notevole rilevanza sociale come l’assistenza scolastica alla disabilità non siano più ostaggio di dispute normative. Rispetto a questo chiederemo alla Provincia una forte accelerazione per il tema delle aree omogenee. Molto fiduciosi nel risultato finale di queste elezioni di secondo livello, così da poter portare a termine i progetti non ancora realizzati>>.

Poi c’è chi pensa pure a creare un qualcosa di nuovo a livello di utenza. Come sottolinea il sindaco di Lozza Giuseppe Licata << Il mio auspicio è che sia costituito un ufficio che si occupi solamente dei bandi europei, unica fonte attualmente dove reperire fondi legati a progetti di crescita>>.

Luca Paris

Luca Paris

Infine tutti d’accordo sul fatto che << Il senso di questa esperienza è continuare sulla sua posizione di civismo, basti pensare al presidente stesso che non proviene da nessun partito. Tema idrico, finalmente ha preso un avvio operativo seppur dopo grandi difficoltà Ora finalmente questo gestore è partito, questo vuol dire essere coerentemente sul pezzo in base a quanto sta accadendo. L’esperienza Vincenzi in questi due anni è riuscita a coinvolgere i vari enti comunali, utilizzando come esempio lo strumento dello Statuto>>.

direttore@varese7press.it

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 1 ottobre 2016. Filed under POLITICA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *