Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Uboldo: protesta di Casa Pound Varese davanti al centro di accoglienza

image_pdfimage_print
La protesta di Casapound

La protesta di Casapound

UBOLDO, 1 ottobre 2016- “Siamo qui per ribadire un concetto che deve essere chiaro: i flussi migratori giovano solo al business dell’accoglienza, in cui in troppi speculano“. A dirlo è stato il responsabile provinciale di CasaPound Italia Varese, Gabriele Bardelli, nel corso della manifestazione che si è svolta questo pomeriggio a Uboldo, davanti la sede della KB Srl.

La KB Srl è fra i soggetti che hanno partecipato a questo business e ora – ha proseguito Bardelli – vuole lavarsene le mani, costringendo il Comune a prendersi l’onere della pratica. La vicenda di Mafia Capitale ce lo ha insegnato: gli immigrati sono un fonte di reddito sicura per pochi, ma fonte di problemi sociali per moltissimi”.img_1028

“I 150 clandestini trasferiti qui – ha aggiunto l’esponente di Cpi – hanno alzato la voce e chiesto di essere regolarizzati. Una normativa, in vigore dall’anno scorso, permette anche a chi è richiedente asilo, dopo solo sei mesi di residenza sul territorio lombardo, di riceve la carta d’identità e di poter lavorare. A fronte di questo i controlli non solo non sono stati rafforzati, ma sono di fatto azzerati”.

“In una situazione di grave crisi, come quella in cui versa la nostra nazione, non possiamo permettere a chi sfrutta l’immigrazione di non rendere conto delle proprie responsabilità. E la KB Srl – ha concluso – non fa eccezione”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 1 ottobre 2016. Filed under PROVINCIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *