Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Arrestati diversi spacciatori di droga a Busto Arsizio durante controlli della Polizia

image_pdfimage_print

BUSTO ARSIZIO, 14 gennaio 2017- Nella giornata di ieri 13 gennaio personale della Polizia di Stato, appartenente alla Sottosezione della Polizia Stradale di Busto Arsizio – Olgiate Olona, ha arrestato due persone: G.S., cittadino italiano e B.J., cittadino marocchino perché trovati in possesso di una rilevante quantità di hashish.

I due hanno attirato subito l’attenzione della pattuglia polstrada che li ha notati fermi, a bordo di una Volkswagen, nell’area di servizio Brughiera Est lungo l’autostrada A8, nella serata di ieri.

L’eccesso di nervosismo e la troppa insofferenza al controllo, unitamente alle risultanze degli accertamenti che hanno evidenziato precedenti per reati in materia di stupefacenti, hanno spinto gli operatori a controlli più approfonditi che hanno permesso di rinvenire uno zaino, poggiato tra le gambe del passeggero, contenente dieci panetti di hashish, per un peso complessivo di 991 gr.

La successiva perquisizione domiciliare, effettuata a carico di B.J., ha dato come esito il rinvenimento di ulteriori 395,55 gr di hashish oltre a tutto il materiale utile al confezionamento dello stupefacente.

Avvisato il P.M. di turno, i due arrestati sono stati accompagnati presso il carcere Miogni di Varese.

Altri arresti sempre per droga sono avvenuti anche giovedì scorso.

Alle 23,00 circa di giovedì 12 gennaio una Volante ha controllato gli avventori del bar della stazione delle Ferrovie dello Stato, uno degli obiettivi costantemente monitorati dalle pattuglie impegnate nel controllo del territorio.

L’attenzione degli agenti è stata attirata in particolare da un ventiduenne residente in città, già noto per i suoi precedenti, dal quale proveniva il tipico odore della cannabis. Perquisito, è stato trovato in possesso di 7 dosi di marijuana, un bilancino e materiale per confezionare le dosi, oltre alla somma di 105 euro in banconote di piccolo taglio, sicuro provento di un’attività di piccolo spaccio poiché il giovane non lavora né dispone di stabile dimora ma dorme in edifici abbandonati nella zona delle stazioni.

Ogni dubbio residuo sull’attività illecita del ventiduenne e sulla destinazione allo spaccio della droga si è dissolto con la lettura dei messaggi whatsapp presenti sul suo cellulare.

Due giovani che avevano scambiato i messaggi più recenti con il fermato, una volta identificati e rintracciati hanno ammesso di avere in più occasioni comprato dal ventiduenne – conosciuto nell’ambiente con il soprannome di “Vlad”, dosi di “maria” ordinata tramite “whatsapp” e consegnata in stazione. Il ragazzo è stato quindi arrestato per detenzione di sostanza stupefacente destinata allo spaccio.-

Il secondo arresto è stato effettuato alle 21 di ieri 13 gennaio.

La Volante del Commissariato in transito nella via per Arconate ha incrociato un’autovettura che ha insospettito gli agenti. La pattuglia ha cercato di fermare il veicolo e controllarne gli occupanti che però, con una serie di manovre azzardate, sono riusciti momentaneamente a dileguarsi.

I poliziotti non si sono dati per vinti e si sono messi alla ricerca, estesa ai comuni limitrofi, dell’automobile. Giunti nei pressi della stazione ferroviaria di Vanzaghello gli agenti hanno riconosciuto uno degli occupanti della vettura ricercata il quale, vedendo la “pantera”, è velocemente entrato nello scalo lasciando cadere qualcosa a terra. L’uomo, un ventinovenne residente in provincia di Biella con precedenti, è stato bloccato e l’oggetto, recuperato, si è rivelato un sacchetto con 14 grammi di eroina e una dose di cocaina. Anche in questo caso i messaggi di wathsapp presenti sul cellulare hanno contribuito ad aggravare la posizione del fermato, visto che consistevano in trattative per acquistare la droga sequestrata. Il ventinovenne è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente destinata allo spaccio.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 14 gennaio 2017. Filed under Cronaca,PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *