Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Orrigoni al Centro Anziani di Avigno: ” Siete un valore per la nostra comunità”

image_pdfimage_print
Orrigoni oggi al Centro Anziani

Orrigoni oggi al Centro Anziani

VARESE, 18 maggio 2016 – “Voi anziani siete un valore per la nostra comunità: grazie per ciò che fate quotidianamente per le nostre famiglie, aiutandoci a curare i nostri figli, e per Varese. I volontari anziani che sono occupati in Comune, ad esempio, svolgono piccole attività che sono indispensabili e di cui non si potrebbe fare a meno”.

La visita di oggi al Centro anziani di Avigno è stata per il candidato sindaco del centrodestra Paolo Orrigoni l’occasione per spiegare i punti del programma elettorale incentrati sulla fascia anziana della popolazione.
“Ho visitato anche il centro di via Maspero, una vera eccellenza e una risorsa per Varese – ha spiegato Orrigoni – Abbiamo intenzione di aprire un altro centro alle Bustecche, dove già esiste una sede decentrata, in modo da offrire maggiori servizi a chi risiede nei quartieri. Continueremo con l’ampliamento delle attività ricreative gestite nei cinque centri anziani presenti in città. E vogliamo coinvolgere sempre più i ragazzi e le scuole per creare momenti di scambio tra generazioni”. Il progetto “Prendi in casa uno studente” va proprio in questa direzione di incontro, aiutando gli anziani soli e allo stesso tempo garantendo agli universitari un alloggio a prezzi agevolati, da realizzare coinvolgendo l’Università e le associazioni di volontariato. “Il coordinamento tra le associazioni che si occupano di anziani e i Servizi sociali attraverso il Comune, con la creazione di una banca dati sempre aggiornata è importante per aiutare anche quegli anziani che non partecipano alle attività e che rischiano di restare davvero isolati” ha precisato Orrigoni.
Nel programma sono state inserite agevolazioni per il trasporto pubblico e per i parcheggi in centro per gli anziani appartenenti alle fasce più deboli della popolazione. Si creerà anche un albo per badanti in Comune, al quale i soggetti interessati possono rivolgersi per la ricerca di assistenza familiare qualificata.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 18 maggio 2016. Filed under POLITICA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *