Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Informazione e comunicazione in caso di emergenze sanitarie: convegno riuscito al Sant’Anna di Como

image_pdfimage_print

2-parliamo-di-noiCOMO 5 novembre 2016- Ridurre le distanze tra il mondo del soccorso sanitario e quello della comunicazione, sviluppando una miglior conoscenza reciproca e, quando possibile, proficue collaborazioni.
E’ questo l’intento che ha animato il convegno “Parliamo di noi… – Una nuova chiave di lettura: cosa e come comunichiamo”, svoltosi stamattina nell’Auditorium dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia alla presenza di oltre 170 partecipanti.

Organizzato dalla “Macroarea dei Laghi” – Areu 118 – in collaborazione con l’Asst Lariana nell’ambito delle celebrazioni del Trentennale dell’Elisoccorso di Como, l’incontro è stato una preziosa occasione di confronto tra persone e organizzazioni che operano nel nel sistema di emergenza-urgenza e un momento di approfondimento con esperti del mondo della comunicazione e dell’informazione.

Tanti i temi legati al giornalismo emersi nella prima parte durante il talk show al quale sono intervenuti i giornalisti Giorgio Gandola, Diego Minonzio e Marco Guggiari e il magistrato Giuseppe Battarino. La credibilità dei social media, i rapporti con le istituzioni sanitarie, in particolare quando vi è un presunto caso di malasanità, il confine tra privacy e diritto di cronaca sono gli argomenti trattati dai quattro esperti che hanno messo a disposizione della platea le loro competenze 1-parliamo-di-noied esperienze, condiviso spaccati di vita quotidiana in redazione, e delineato regole e tratti tipici di una professione che non ammette improvvisazione.
La seconda parte del convegno ha proposto un focus sulla comunicazione con le fasce deboli della popolazione con l’intervento degli psicologi Roberto Battista Biella e Veronica Cortinovis.

Al convegno, aperto da Maurizio Volontè, responsabile dell’AAT 118 di Como, sono intervenuti anche Alberto Zoli, direttore generale di Areu, e Mario Landriscina, coordinatore “Macroarea dei Laghi” – Areu 118. In chiusura, visto che l’evento viene organizzato ogni anno da un’AAT diversa, il testimone è passato a Giorgio Beretta, responsabile dell’AAT 118 di Lodi.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 5 novembre 2016. Filed under Sanità,Sociale. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *