Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Centri per l’impiego di Laveno e Tradate, la Provincia cerca soluzioni per non chiuderli

VARESE, 13 ottobre 2016- Si sono tenuti l’altro giorno in Provincia due incontri per fare il punto della situazione sul futuro dei centri per l’impiego di Laveno Mombello e Tradate. All’incontro, voluto dal consigliere provinciale Marco Magrini, erano presenti alcuni amministratori dei comuni interessati.

«Abbiamo ascoltato e raccolto la preoccupazione degli amministratori riguardo al futuro dei Cpi di Laveno e Tradate – ha dichiarato Magrini – e gli incontri sono stati l’occasione per chiarire che la Provincia di Varese non ha in programma la chiusura e la nostra volontà è quella di trovare soluzioni concrete affinché questo importante servizio possa continuare a essere erogato».

A tal proposito, infatti, Magrini ha messo sul tavolo una serie di ipotesi di riorganizzazione dei servizi al fine di ottimizzare le risorse disponibili e continuare a garantire una presenza qualificata e integrata sul territorio. «Il primo segnale importante, colto anche dagli amministratori, è che la Provincia di Varese non solo ha ben presente le problematiche, ma sta lavorando per risolverle come del resto ha sempre sostenuto anche il Presidente Vincenzi – ha continuato Magrini – E la soluzione non può certo essere la chiusura dei Cpi di Laveno e Tradate. Occorre invece allargare la prospettiva sulla questione con l’obiettivo di costruire una rete che preveda il coinvolgimento, oltre che della Provincia, anche di Comuni, soggetti privati accreditati, degli uffici già presenti nei Piani di zona quali quelli dell’Informagiovani e Informalavoro, realtà troppo spesso non valorizzate rispetto all’importante ruolo che già svolgono e che potrebbero integrarsi al meglio in questo prospettiva di sistema. In questa rete poi non può certo mancare Regione Lombardia e proprio con gli amministratori ho assunto l’impegno ad aprire un confronto costruttivo che porti a individuare soluzioni a garanzia di questo servizi e soprattutto degli utenti che si rivolgono ai Cpi».

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 13 ottobre 2016. Filed under PROVINCIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *