Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Parte l’iniziativa “movida senza multe” per educare gli automobilisti all’utilizzo di parcheggi regolari

image_pdfimage_print
Il sindaco Galimberti mentre presenta l'iniziativa

Il sindaco Galimberti mentre presenta l’iniziativa

VARESE, 15 ottobre 2016- di GIANNI BERALDO-

E’ iniziata la riforma educativa della città. Nel giro di 2 o 3 anni il rispetto ed educazione per la “cosa pubblica” dovrà divenire la norma.

Basta muri imbrattati,  scarsa o nulla manutenzione verde privato che danneggi aree o vie pubbliche,  adesivi abusivi su muri, negozi o pilastri, soste selvagge e altro ancora che possa deturpare la città bene comune al quale tiene ogni cittadino.

Questo l’obiettivo dell’amministrazione comunale che, partendo dall’applicazione di un protocollo generale riguardante la corretta manutenzione del verde a cura dei privati, parallelamente ha dato la stura a una serie di iniziative atte a sensibilizzare il cittadino.

Come quella che prenderà il via stasera a partire dalla 22.30 riguardante la “movida” cittadina che solitamente si anima particolarmente il sabato sera. Movida che implica spesso soste selvagge e altro ancora, spesso mettendo in difficoltà i residenti del centro città.

I volantini che verranno distribuiti da stasera

I volantini che verranno distribuiti da stasera

Così il sindaco Galimberti ha deciso di dare vita all’iniziativa  “Vivi la movida senza multe”: da stasera infatti agenti della polizia locale e personale ausiliario gireranno per le vie cittadine, controllerando  le varie auto parcheggiate in sosta vietata, applicando loro sul parabrezza non una multa ma un volantino riportante “Vivi la mvida senza multe, in Piazzale Kennedy 500 parcheggi ti aspettano”. Un modo educato e corretto per indicare loro che di parcheggi la città ne ha abbastanza per ospitare centinaia di auto, senza per questo occupare abusivamente suolo pubblico senza una ragione plausibile.

Prima la carota poi il bastone << E’ un modo semplice e spero efficace per sfavorire la soste selvaggia divenuta purtroppo una triste abitudine. Se il messaggio non funziona, si darà il via a una serie di sanzioni come prevede il regolamento. Insomma, prima proviamo in maniera soft poi prenderemo dei provvedimenti>>, dice Galimberti.

Di parcheggi poco utilizzati in città ve ne sono, forse manca la corretta informazione però anche su questo punto ci permettiamo di avere qualche dubbio considerato i vari messaggi andati a vuoto in tal senso pure dalle precedenti amministrazioni comunali.

Propendiamo piuttosto sul fatto che questa pessima abitudine sia da imputare alla maleducazione e menefreghsimo di molti. A questi una lezioncina di tipo economico (multe salate con rimozione auto) forse non guasterebbe.

direttore@varese7press.it

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 15 ottobre 2016. Filed under Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *