Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il presidente Cattaneo alla presentazione corso Areu: “La Lombardia in questo campo è all’avanguardia”

image_pdfimage_print
La sede operativa Areu

La sede operativa Areu di Varese

VARESE, 16 ottobre 2016Nel corso degli anni lo sforzo di Regione Lombardia per dotare il territorio di un efficiente servizio di emergenza e urgenza ha dato i suoi frutti e ha ottenuto enormi risultati. Istituita nel 2007 dalla legge regionale, Areu in particolare ha saputo perseguire con capacità la propria missione istituzionale ponendosi in costante relazione con ospedali e sistema sanitario ma soprattutto basandosi su un modello sussidiario, valorizzando cioè terzo settore e associazioni che si rendono responsabili nel dare una risposta ai bisogni in sinergia con i professionisti”.

Così il Presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, intervenuto stamani in apertura del corso di formazione Areu (servizi di emergenza urgenza), in svolgimento a Varese presso la Sala Montanari. Cattaneo, che ha portato i saluti istituzionali anche a nome del Consiglio regionale, si è rivolto a volontari e operatori esprimendo loro gratitudine per il lavoro “svolto con passione e competenza” e ha ricordato i grandi numeri che lo descrivono: oltre un milione e 100 mila chiamate e 700 mila interventi di soccorso all’anno. “Si tratta di dati –ha detto Cattaneo- che l’avvio del 112 quale numero unico di emergenza ha ridotto sensibilmente, provando che il servizio è diventato ancora più puntuale ed efficiente e confermando la Lombardia al livello dei Paesi più avanzati”.

Il corso riguarda i contenuti dell’accordo tra Ministero Salute e Regioni relativo all’organizzazione e l’assistenza sanitaria in eventi e manifestazioni ed è specifico sull’utilizzo della piattaforma Games, messa a punto da Areu, strumento che permette di razionalizzare la gestione dell’emergenza-urgenza.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 16 ottobre 2016. Filed under Sanità,Varese,VARESE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *