Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Malpensa: rimpatriati 21 albanesi con diversi precedenti penali

image_pdfimage_print

frontiera-da-approvareSOMMA LOMBARDO/MALPENSA, 17 ottobre 2016– Durante la scorsa settimana gli uomini della Polizia di Frontiera Aerea di Milano Malpensa hanno notevolmente incrementato l’attività di controllo alle frontiere conseguendo rilevanti risultati.

Sono stati emessi infatti 46 provvedimenti di respingimento alla frontiera nei confronti di passeggeri che non hanno dimostrato di possedere i giusti requisiti per fare un regolare ingresso in Italia.

In particolare sono stati rimpatriati a Tirana 21 cittadini albanesi, molti dei quali avevano a loro carico numerosi precedenti penali, per reati commessi nel nostro Paese negli ultimi tempi, alcuni anche di importante gravità.

Di peculiare interesse è stata l’indagine svolta a carico di 12 cittadini nigeriani, giunti a bordo di tre voli consecutivi provenienti da Istanbul, ove si trovavano in transito perché provenienti da Lagos, tutti in possesso di regolare passaporto ordinario e visto d’ingresso.

Le dichiarazioni rese all’atto dell’emissione del visto: frequentare un corso di formazione presso un Istituto specializzato in Toscana, sono state palesemente contraddette dagli stessi passeggeri, che all’arrivo hanno invece dichiarato espressamente che il motivo del loro viaggio era una visita turistica nel nostro Paese.

I successivi riscontri effettuati dai poliziotti hanno fatto emergere la mancanza di garanzie idonee a giustificare il loro ingresso e soggiorno in Italia. Infatti i gestori degli hotel, che avrebbero dovuto ospitarli, hanno lamentato che le carte di credito, fornite a supporto delle prenotazioni, erano risultate prive di fondi e l’istituto, dove avrebbe dovuto svolgersi il corso, non aveva mai ricevuto la transazione per la quota concordata.

Scoperta la truffa quindi l’Ufficio Polizia di Frontiera Aerea ha prontamente revocato il visto agli pseudo-studenti ed il Consolato ha annullato tutti gli altri visti emessi sulla scorta di dichiarazioni mendaci e raggiri.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 17 ottobre 2016. Filed under Cronaca,PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *