Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Petizione per salvare il Polo Materno Infantile: ” Tutto è stato ridimensionato e non arriveranno fondi necessari per completarlo”

La parte già completata del nuovo Polo Materno Infantille

La parte già completata del nuovo Polo Materno Infantile

VARESE, 19 ottobre 2016- “Difendiamo l’ospedale dei bambini” è il titolo della petizione che AGUAV e Il Ponte del Sorriso hanno lanciato per richiamare l’attenzione della Regione Lombardia e della politica sul polo materno infantile.
Dal nuovo POA ci si aspettava un incremento delle attività che dessero finalmente un impulso a quello che la Regione stessa aveva definito come uno dei quattro centri di riferimento lombardo per la cura delle malattie pediatriche complesse. Invece nella proposta presentata qualche giorno fa ai sindacati non solo non viene mantenuto l’assetto esistente del polo materno infantile, ma vengono addirittura ridimensionate alcune specialità, come l’UrologiaPediatrica, una superspecializzazione imperdibile e riconosciuta a livello nazionale, e tolte altre attività dalla Neuropsichiatria Infantile, nonostante le malattie neuropsichiatriche siano in aumento.

Resta inoltre ancora incerta la situazione del Servizio di Audiovestibologia che necessita oltre che di un riconoscimento ufficiale come Centro di Riferimento Regionale per la Cura della Sordità anche di spazi adeguati per svolgere un’attività di cura e di riabilitazione  che richiede un importante impegno di diverse figure professionali, soprattutto nell’ambito pediatrico

Per non parlare della storicissima Cardiologia Pediatrica, nata proprio al Del Ponte, perno fondamentale in un polo pediatrico che aspira a volare in alto, che, secondo il nuovo POA, dovrebbe finire nel dipartimento cardiovascolare, mentre la sua affinità è certamente nel materno infantile. Nei confronti di questa attività pediatrica, poi, che è l’unica di tutto il nord ovest della Lombardia, che pochissimi ospedali possono vantare, che fa migliaia e migliaia di prestazioni l’anno, non è ben chiaro l’obiettivo, visto che da mesi si sa che, causa raggiunta età di pensionamento di alcuni medici, è a rischio chiusura tra poche settimane.
Il progetto di un polo materno infantile a Varese risale ad oltre 30 anni fa, è partito negli anni 2000, per poi essere concretizzato nel 2007 con finanziamenti e partenza dei lavori per una nuova struttura.
Siamo alla fine del 2016, sono passati tanti anni tra burocrazia e ritardi vari, e sono stati spesi circa 40milioni di euro, che rischiano di essere vanificati.  La nuova struttura è pronta da mesi, ma ancora non vi è chiarezza sulla progettualità e tempistica, sul personale pediatrico indispensabile, né sul suo completamento (terza fase) di ristrutturazione. Anzi stiamo assistendo ad un
Stiamo assistendo ad un arretramento. Nessun segnale di sviluppo che desta molta preoccupazione e fa domandare quale sia il disegno politico sul polo materno infantile.
Una petizione dunque con richieste ben precise al Presidente Maroni e ai vertici sanitari regionali.
Occorre raccogliere tantissime firme e invitiamo tutta la popolazione che ha a cuore la salute dei bambini a sottoscriverla e aiutarci a divulgare l’iniziativa. Al link http://www.ilpontedelsorriso.com/petizione-ospedale/ si trovano tutte le informazioni necessarie per aiutarci a divulgare l’iniziativa.. E’ possibile scaricare il PDF del foglio firme per far firmare ad amici e parenti. Per ulteriori informazioni chiamare 0332 286946 o 3475105139.

La petizione scade il 20 novembre, giornata mondiale dei diritti dell’infanzia. Il diritto alla salute è un diritto primario di ogni bambino.

SCARICA LA PETIZIONE DA FIRMARE

Il modulo petizione da scaricare e firmare

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 19 ottobre 2016. Filed under Sanità,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

2 Responses to Petizione per salvare il Polo Materno Infantile: ” Tutto è stato ridimensionato e non arriveranno fondi necessari per completarlo”

  1. Fausto Rispondi

    20 ottobre 2016 at 17:55

    Ciò dimostra che gli Amministratori della ASST sono dei grandi incompetenti che andrebbero rimossi subito dai loro incarichi se in tutti questi anni non sono stati in grado di portare a termine questo importante progetto, anche se si potevano tranquillamente spendere questi soldi per spostare il tutto nei padiglioni vuoti del Circolo…..ma questa è un’altra storia Oramai.

  2. marco Rispondi

    20 ottobre 2016 at 17:55

    e si, le loro tasche ormai si sono riempite ed ora si rivolgono al cittadino a elemosinare per farlo partire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *