Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Continua la marcia vincente del Rugby Varese che supera l’ostacolo Delebio Rugby

Rugby-VareseVARESE, 24 ottobre 2016- Non si ferma il Rugby Varese che conquista un’altra vittoria questa volta ai danni del Delebio Rugby. Partita mai in discussione con Varese che segna quattro mete nel primo tempo e cinque nel secondo di cui sei trasformate da Padula e porta a casa la vittoria con il punteggio finale di 59-0.

I biancorossi hanno ben figurato davanti al proprio pubblico e mostrato buon gioco sia con la mischia che con i trequarti e non hanno praticamente concesso nulla agli avversari in fase difensiva. Da sottolineare anche le ottime prestazioni dei giovani Comolli e Martinoli (all’esordio in prima squadra). A fine partita si mostra ancora una volta soddisfatto l’allenatore Donoghue che vede però ancora molto da migliorare soprattutto in fase difensiva: “Oggi mi sono divertito, ho visto una bella partita e i ragazzi hanno soddisfatto le mie aspettative. Abbiamo giocato molto bene negli spazi stretti e i nostri trequarti hanno segnato delle belle mete. Dobbiamo migliorare dal punto di vista della disciplina, abbiamo concesso troppi falli inutili in difesa. In settimana metteremo a posto anche questo particolare.” I biancorossi torneranno in campo questa domenica contro il Cus Milano Cadetta alle ore 15.30 al “Giuriati” di Milano per giocare l’ultima partita d’andata del girone. Formazione: De Cecilia R., Piazza, Taverna, Sessarego S., Bianchi F., Padula, Banfi, Bobbato, Maccarelli (C), De Cecilia L., Pellumbi, Contardi, Bosoni, Gulisano, Maletti. A disposizione: De Bortoli, Maccagnan, Lacchè, Olibo, Martinoli, Gallo, Comolli. Mete: Maccarelli (3), Banfi (2), Pellumbi, Comolli, Gallo, meta tecnica. Trasformazioni: Padula (6) Stefano Sessarego in collaborazione con Med Lahwaidi

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 24 ottobre 2016. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *