Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Più garanzie sulla salute con il marchio di qualità sui cosmetici. Gadda (Pd): ” Prima legge in Europa in questo settore”

Decorative cosmetics for makeup.

Nuova legge sui cosmetici

VARESE, 25 ottobre 2016- «Più garanzie di sicurezza per la salute dei consumatori e per l’ambiente con il nuovo marchio italiano di qualità ecologica dei prodotti cosmetici». Lo sostiene la deputata del Partito Democratico, Maria Chiara Gadda, relatrice del provvedimento approvato oggi dalla Camera.

«Le nuove norme prevedono che il marchio, registrato e di garanzia pubblica, sia richiesto su base volontaria dalle aziende per i prodotti in grado di dimostrare il rispetto di alcuni parametri oggettivi di dermocompatibilità, di incidenza ecologica degli imballaggi, del mancato uso di sostanze cancerogene, tossiche o non biodegradabili» spiega la parlamentare.

«La legge – prosegue – oltre ad introdurre il marchio italiano di qualità, prevede, primi in Europa, il divieto a partire dal 2020 della commercializzazione di cosmetici contenenti microplastiche, pericolosissime per l’ecosistema marino».

«Il comparto della cosmesi in Italia è all’avanguardia nel mondo e ha saputo in questi investire su innovazione e ricerca. Questa legge – spiega – ne valorizza la produzione di qualità».

«I cittadini hanno imparato a conoscere ed apprezzare prodotti che rispondono a particolari standard. E’ importante da questo punto di vista che le etichettature non risultino ingannevoli ma rientrino in un sistema pubblico, trasparente e garantito».

«Una legge moderna che riconosce l’impegno e le tante campagne che associazioni e cittadini hanno portato avanti negli anni a favore della sostenibilità ambientale dei prodotti».

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 25 ottobre 2016. Filed under PROVINCIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *