Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Rugby: Varese espugna Milano ma senza brillare

image_pdfimage_print

2015_11_22_RugbyVa-RugbySondrio_019MILANO, 30 ottobre 2016- Quinta vittoria consecutiva per Varese, che si conferma prima forza della Poule 1 e possibile pretendente ad un posto per la Serie B 2017/2018, peccato la prestazione completamente fuori dalle aspettative per i biancorossi di Donoghue e Galante.
Fin dall’inizio Varese appare contratta subendo il gioco avversario, per tutti i primi 10’del primo tempo i biancorossi non escono dalla loro metacampo, subendo tre puntida calcio di punizione a favore dei padroni di casa.
Poi il guizzo di Broggi che sigla la meta del sorpasso trasformata per il 3 – 7. Per irestanti trenta minuti Varese e Milano continuano ad attaccarsi l’un l’altra senzasbloccare il tabellone del Giuriati di Milano. Dopo la strigliata di Galante Varese è ancora assente sul campo, ed al 5’ subisce la
meta di Milano non trasformata che porta il punteggio 8-7 per i padroni di casa.
La partita si innervosisce, tanti i cartellini utilizzati dall’arbitro, 2 gialli (Milano 17’ st eDe Cecilia L. 30’ st) ed un rosso per gioco scorretto al 37’ al numero 20 di Milano.Varese ne approfitta con due mete scaturite dalla mischia su rolling maul fissando il risultato finale a 8 – 17. Niente da fare per Broggi che non ne trasforma nessuna delle
due.E’ un Galante nervoso quello del post- partita: “Oggi la partita non mi è piaciutaperché abbiamo fatto il gioco avversario. Alla vigilia avevo più disciplina sul campo, cosa che non è stata fatta.”
Se Varese vuole tornare in Serie B deve migliorare, nell’altra poule i Lyons continuano a vincere con 5 punti a partita, il posto per la Serie B è uno solo. Bisogna lavorare.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 30 ottobre 2016. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *