Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Lezione di “macelleria” per il corso Cuochi al CFP di Varese

Lezione di macelleria al CFP di Varese

Lezione di macelleria al CFP di Varese

VARESE, 4 novembre 2016- Una interessante lezione sulla macellazione e sul taglio della carne ha coinvolto in questi giorni gli alunni del Corso Cuochi del CFP di Varese, condotta da Fabio  Grasso, responsabile del settore Carni del Gruppo Fantinato, aiutato da Alfredo Lanzotti, suo principale collaboratore. L’iniziativa  si è svolta in due giornate  ed è stata promossa da Andrea Ballo, docente del Centro di Formazione Professionale di  Varese.

L’obiettivo del seminario era  di dare una più approfondita conoscenza della materia in termine di tecniche di macelleria. Gli allievi coinvolti sono stati oltre cento, provenienti dal corso triennale di “Operatore della Ristorazione – Preparazione Pasti” dell’Agenzia.

Fabio Grasso, formatosi alla scuola di Macelleria di Milano e con esperienze di lavoro sia nei macelli sia nella grande distribuzione, ha sottolineato che oggi si sta perdendo l’”arte” della macelleria, in quanto la carne arriva alla grande distribuzione già porzionata e sotto vuoto, mentre la miglior lavorazione è quella “con osso”, vale a dire partendo dai quarti di carne completi e ricavandone i vari tagli. Per fare questo è necessario “fare formazione”, ritornando alla figura, oggi quasi scomparsa, del maestro macellaio.  Parecchi sono gli sbocchi, non solo nelle macellerie specializzate, ma anche nella grande distribuzione e nelle gastronomie. L’obiettivo è quello di permettere al consumatore di acquistare carne selezionata, di qualità e non necessariamente a prezzi elevati, un po’ la filosofia del Gruppo Fantinato che dà  lavoro a circa 400 dipendenti nei settore degli allevamenti di bestiame e ittici e nella gestione di una catena di 17 supermercati. Per fare questo è necessario sapere come manipolare i diversi tipi di taglio, filetti, costate, cappelli del prete, che richiedono precise procedure di taglio e, a monte, una scelta e rintracciabilità del prodotto. Alfredo Lanzarotti, che si è esibito nei vari tagli di carne di fronte agli studenti, ha iniziato questo lavoro sin da giovane e non lo ha mai abbandonato. Le domande sono state numerose, non solo sugli aspetti pratici, ma anche sulla conservazione, la tipologia delle carni, i processi produttivi nella piccola e nella grande distribuzione, che confermano la validità di questi incontri tra realtà scolastica e mondo del lavoro.

Questo incontro tra alunni e operatori professionali si inserisce nella tipologia didattica a cui si ispira tutta la formazione professionale offerta dal CFP di Varese, come ha sottolineato il dottor Cardaci, responsabile della sede di Varese dell’Agenzia Formativa. L’incontro con le aziende e i professionisti di settore è un momento di approfondimento sugli argomenti trattati in aula e in laboratorio, a cui seguono ulteriori lezioni di approfondimento della materia in preparazione allo stage, durante il quale i ragazzi e le ragazze del CFP fanno il loro primo ingresso nel mondo del lavoro, toccando con mano le realtà lavorative presenti sul territorio varesino.

Spesso è da queste prime esperienze lavorative che nascono le possibilità del futuro impiego lavorativo e della conferma delle scelte professionali fatte dagli allievi.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 4 novembre 2016. Filed under Economia,PROVINCIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *