Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Mostra dedicata Guido Reni ad Albizzate

reniALBIZZATE, 16 novembre 2016-Ad Albizzate, all’interno di Ca’ Taverna, sede del Municipio,  dal 2 al 20 dicembre 2016 si terrà una straordinaria e storica mostra di tre dipinti di Guido Reni, il più importante pittore del XVI e XVII  secolo a tal punto da essere definito “Il Divin Guido”.

La mostra , organizzata da Volarte Italia, si è concretizzata grazie all’impegno del suo fondatore e Presidente,    Adelio Airaghi, alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale, con il Sindaco Zorzo in prima linea, al contributo  dell’Assessorato alla Cultura, con l’assessore Eliana Brusa,  della Pro Loco, delle Forze dell’Ordine e dei Carabinieri in Congedo oltre a numerosi volontari che stanno collaborando per la   sua realizzazione. Albizzate era già stata teatro di eventi eccezionali, grazie ad Adelio Airaghi. Si ricorda , fra gli altri, un incontro con Giovanni Impastato ,fratello di Peppino, l’esposizione  due mesi prima della Santificazione del cappello che usava Giovanni Paolo II in montagna, oltre ad eventi di grande rilevanza   in provincia quale l’esposizione al Salone Estense di Varese della “Natività” della bottega di Filippo Lippi.

I tre quadri sono: “Maddalena penitente e angeli”, di importanti dimensioni,  – “Cristo coronato di spine” – “San Sebastiano”

Noto anche  come  il pittore dell’anima, Guido Reni (1575 -1642) viene considerato il più preciso e coerente classicista del Seicento Italiano.  Il Pontefice Paolo V (1605-1621) gli affidò la decorazione di due sale dei Palazzi Vaticani  e della Cappella dell’Annunciata al Quirinale.

Se con Caravaggio la pittura era stata trascinata sulla strada e costretta a misurarsi con soggetti più bassi e popolari, ora , con Reni, l’arte   ritorna agli dei ed al cielo per non scenderne più ( Sgarbi)

Oggi i suoi quadri sono esposti al Louvre , alla National Gallery, al Prado. Questo testimonia l’importanza e l’unicità dell’esposizione Albizzatese.

La mostra, la cui inaugurazione si terrà il 1 dicembre alle ore 20,30, verrà introdotta da Emilio Negro, critico d’arte di fama internazionale e consulente delle più importanti case d’asta nel mondo, e resterà aperta tutti i giorni dal 2 al 20 Dicembre dalle ore 10,00 alle 18,00.

Patrocinio della Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus e del Distretto 108 Ib1 Lions Clubs International.

In questo periodo sarà anche possibili visitare  l’Oratorio Visconteo di Albizzate, che si trova nella stessa piazza della “Ca Taverna”,  un piccolo gioiello del trecento, cappella gentilizia dei Visconti nel cui interno si trovano due cicli di affreschi narranti, alla maniera di Giotto, le vite di San Ludovico di Tolosa e di San Giovanni Battista

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 16 novembre 2016. Filed under Arte,PROVINCIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *