Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

L’economista Stefano Zamagni ospite al Santuccio di Varese

downloadVARESE, 9 novembre 2016-Si sta per concludere il 30esimo anniversario del Centro Gulliver. E, ancora una volta, il centro varesino vuole fare un regalo alla cittadinanza. “Pensare futuro”: questo il nome che è stato scelto per un ciclo di tre appuntamenti tra novembre e dicembre con personaggi di spicco nel panorama culturale italiano. Un’occasione di grande valore.

Il sipario si apre sabato 12 novembre alle ore 10 con Stefano Zamagni, economista e professore universitario, noto soprattutto per i suoi studi sul mondo del non profit e per aver contribuito alla stesura del D.Lgs 460/97 sulle ONLUS.

Il tema del suo incontro sarà: “La rinascita possibile. La solidarietà si dà assetto imprenditoriale”.

La crisi economico-finanziaria ha dimostrato il fallimento dei modelli economici che hanno dominato negli ultimi decenni. E’ tempo allora di una nuova economia, più umana? Quanto è radicata la convinzione che l’homo oeconomicus si debba nutrire anche di relazioni, motivazioni, fiducia e che l’attività economica abbia bisogno di tendere al bene comune più che alla ricerca di soddisfazioni individuali? Cosa si intende quando si parla del modello dell’economia civile di mercato? E, in questo scenario, qual è il ruolo di enti pubblici, imprese e società civile nella produzione di beni e servizi e nella creazione del welfare? Qual è il futuro del non profit?

Il professore ci aiuterà nel collocarci positivamente in questo cambiamento epocale con una conversazione moderata dal prof. Massimo Folador, formatore, consulente aziendale e direttore dell’Unità di studi sull’Etica, Centro di Ricerca della LIUC di Castellanza.

Ma come è nata l’iniziativa “Pensare Futuro”? Qual è il senso che ha voluto attribuirle il Centro Gulliver? “30 anni è un bel periodo di tempo – ci dice don Michele Barban, fondatore e presidente del Centro. Tempo anche di bilanci, per la vita personale e lavorativa di ciascuno, ma anche come servizio socio educativo offerto, in un contesto politico, economico, organizzativo e spirituale che continua a cambiare…

Vorremmo approfittare di questo speciale anniversario per fermarci a riflettere. Fare tesoro dell’esperienza passata per individuare i cambiamenti necessari.

Si dice spesso “vivi nel presente”: nella nostra esperienza terapeutica di cura, la dimensione del presente è però sempre legata a doppio filo con il passato e con il futuro.

Per i nostri Ospiti è fondamentale rileggere i propri vissuti di caduta, di dipendenza, di relazioni ferite, di dolore e sofferenza. Ma anche ascoltare il proprio desiderio di liberazione e riscatto e progettare percorsi di reinserimento sociale e lavorativo, puntando sulle proprie risorse residue.

Dopo 30 anni il Centro Gulliver vuole porsi con rinnovata professionalità sul territorio per curare la dipendenza, ma anche per creare nuovi presìdi socio-educativi e spirituali per le nuove generazioni.

Ci piacerebbe regalare a tutti coloro che hanno a cuore il Centro Gulliver nella città di Varese un’occasione per fermarsi a riflettere su queste tematiche. Ed è per questo che abbiamo organizzato questi incontri che avranno come focus il cambiamento. “Analizzando i bisogni, insieme riprogettiamo il futuro”, questo è il sottotitolo scelto, che ben esprime il senso che desideriamo dare a questa iniziativa. Abbiamo pensato ad un approccio familiare, più simile alla conversazione che non ad una lectio magistralis vera e propria. Una comunicazione che arrivi alla mente ma anche al cuore e che possa suggerire qualche traccia concreta di lavoro e qualche obiettivo di crescita”.

I prossimi appuntamenti saranno sabato 26 novembre con Giancarlo Caselli, magistrato dell’antimafia, con una conversazione dal titolo “Le regole, come strumento per non cadere in trappola” e sabato 10 dicembre con il card. Angelo Scola, arcivescovo di Milano, con un incontro dal titolo “Il pensiero di Cristo in una convivenza plurale”.

“Pensare Futuro – Conversazioni a Teatro” si terrà presso il Teatro Santuccio di Varese, in via Sacco 10 alle ore 10.00. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su https://www.eventbrite.it/e/biglietti-pensare-futuro-29103058030

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 9 novembre 2016. Filed under Economia,Spettacoli&Cultura,Varese,VARESE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *