Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Busto Arsizio: arrestati due uomini per spaccio di droga

image_pdfimage_print
La merce sequestrata

La merce sequestrata

BUSTO ARSIZIO, 9 novembre 2016- Due uomini in manette e più di due chilogrammi di cocaina sequestrata è il bilancio dell’attività antidroga svolta nella giornata di ieri, 8 novembre, dalla squadra investigativa del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio.

Nei giorni scorsi i poliziotti avevano ricevuto segnalazioni sulla frequente presenza a Busto Arsizio di un uomo residente a Magnago che, benchè nullafacente, ostentava un tenore di vita superiore alle sue possibilità finanziarie, facendosi tra l’altro notare in luoghi frequentati da tossicodipendenti.

Il soggetto, successivamente identificato come R.C. di 57 anni, italiano ed  incensurato, è stato monitorato nelle varie attività quotidiane dai poliziotti che ieri, intorno alle 17, vedendolo partire da casa a bordo della sua vettura hanno deciso di seguirlo. Il pedinamento li ha condotti fino a Saronno dove l’uomo si è incontrato con un giovane nel parcheggio di un centro commerciale.

I movimenti sospetti dei due uomini, all’interno dell’auto, hanno fatto in modo che gli agenti di via Candiani intervenissero, bloccando entrambi prima che potessero reagire o allontanarsi a bordo del mezzo. Tra i piedi di R.C. è stato rinvenuto un sacchetto con due pani di cocaina del peso complessivo pari a 2250 grammi, mentre nel borsello che il giovane – identificato come B.P. di 24 anni residente a Lazzate (MB), a sua volta incensurato – teneva a tracolla c’erano 3200 euro, probabilmente un piccolo acconto rispetto al prezzo della droga che, venduta al dettaglio, avrebbe potuto fruttare 150.000 euro.

I due sono stati arrestati e accompagnati in carcere.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 9 novembre 2016. Filed under Cronaca,PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *