Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il Bataclan riapre con Sting: la musica è più forte dell’odio

BataclanPARIGI, 12 novembre 2016  Il Bataclan, simbolo delle stragi di Parigi del 13 novembre dello scorso anno, riapre oggi con un concerto di Sting. E’ lo stesso artista britannico a confermare la notizia annunciata dalla Lagardere Unlimited Live Entertainment: “Nel riaprire il Bataclan – dice l’ex Police- abbiamo due missioni da compiere: la prima onorare le vittime di un anno fa, la seconda celebrare la vita e la musica”. I ricavi dei biglietti saranno devoluti all’associazione per le vittime delle stragi “Life For Paris and 13 Novembre: Fraternité Verité“.

Sul palco del Bataclan a partire da novembre Pete Doherty, cantante dei Libertines, cui seguirà Yussou N’Dour, Marian Faithfull, Flaming Lips, Skunk Anansie e molti altri.

Il teatro-simbolo delle stragi

Novantatré persone morirono nell’attacco terroristico firmato dall’Isis nella sala concerti in cui si stava esibendo il gruppo rock Eagles of Death Metal. Circa un’ora dopo l’inizio dello spettacolo, la sala concerto si trasformò in un bagno di sangue: un gruppo di 4 uomini vestiti di scuro e armati di kalashnikov fece irruzione nel locale sparando con calma fredda e sanguinaria alle centinaia di persone presenti. Alla fine si conteranno decine di morti. Tra le vittime anche  Valeria Solesin, ricercatrice veneziana 28enne. In totale quella sera 137 persone persero la vita in sei attacchi coordinati nel centro di Parigi e a Saint Denis.

CHIUSURA NEL GIORNO DELL’ANNIVERSARIO
Domenica 13 novembre, giorno del primo anniversario della strage, il locale rimarrà chiuso ma sarà posta una targa commemorativa con 90 stelle e le iniziali di ciascuna delle persone che persero la vita nel locale. Alla cerimonia di omaggio parteciperanno sopravvissuti all’attacco e i membri del gruppo Eagles of Death Metal, la controversa band americana che suonava quella tragica notte.

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 12 novembre 2016. Filed under Cronaca,Esteri,Musica,Spettacoli&Cultura,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *