Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Smart Land, costruire le città del futuro”, incontro pubblico a Paullo organizzato dal Comune

image_pdfimage_print

smartPAULLO (Mi)- 15 novembre 2016 – L’amministrazione comunale di Paullo, guidata dal sindaco Federico Lorenzini, sabato 26 novembre  dalle ore 09.00 alle 13.00, organizza  presso l’auditorium “Pier Giorgio Frassati” (in via Mazzini 31),  un primo appuntamento per parlare di temi legati allo sviluppo delle realtà urbane e metropolitane. Nel corso dell’incontro, dal titolo “Smart Land, costruire le città del futuro”, si affronterà la decisione della zona omogenea Sud-Est Milano che, con l’istituzione della Città Metropolitana, ha deciso di darsi una vocazione di Smart Land.
In questo contesto avranno luogo diversi interventi a cura di personalità di spicco ed esperti del settore, che tracceranno un’accurata analisi e menzioneranno ambiti territoriali in cui i progetti, dagli stessi promossi e seguiti, hanno già iniziato a trovare forma.
L’evento ha inoltre incassato il favore dell’istituzione metropolitana, il cui coinvolgimento non si è limitato alla concessione ufficiale del patrocinio bensì ha previsto l’adesione e la partecipazione, attraverso il discorso di apertura della giornata, del vicesindaco Arianna Censi.
«Il futuro è capire il presente e anticiparlo – spiega il primo cittadino Federico Lorenzini -. Le realtà urbane sono quelle in cui si gioca la partita del domani: il loro governo e sviluppo deve confrontarsi con le sfide contemporanee. Tutto questo non può trascendere dal mondo digitale e dalla tecnologia (parti integranti e necessarie della società) che, insieme ad una visione intelligente del territorio, concorrono a plasmarlo e trasformarlo per rispondere alle esigenze dei propri abitanti».
La data di Paullo diventa perciò, a tutti gli effetti, la prima vera occasione per una parte di hinterland di credere nell’aggregazione, con l’individuazione di una direzione da seguire.
«È ora di “fare rete” – aggiunge Gabriele Guida, campione digitale -: i singoli cittadini, le imprese, le istituzioni devono essere una squadra per creare un modello che parta dal dialogo costante e realizzi progetti reali».
Ma come? Dispositivi e sensori – si pensi agli smartphone – accompagnano la quotidianità della città. Al contempo, sono una fonte di dati, che, se letta e interpretata correttamente, consente agli amministratori locali di migliorare i servizi erogati e gettare le basi per idearne di nuovi.
«Queste informazioni devono dunque essere intese quale valido strumento per affrontare l’attualità e le questioni più delicate, dalla mobilità urbana alla sicurezza, dalla gestione rifiuti alla tutela ambientale – precisa Massimiliano Consolati, consigliere comunale con delega all’innovazione tecnologica -. La loro applicazione nella pratica si tradurrà in vantaggiose agevolazioni. Ad esempio, non sarà più necessario recarsi negli uffici degli enti pubblici per ritirare la documentazione cartacea o effettuare pagamenti, basteranno pochi passaggi con i nuovi sistemi tecnologici (la fattura elettronica, il PagoPA, PEC, domicilio elettronico, Spid – sistema pubblico di identità digitale)».

Per ulteriori informazioni consultare il sito web: www.smartlandmilano.it

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 15 novembre 2016. Filed under MILANO,Sociale,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *