Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Bersani a Varese per il fronte del NO al referendum

Pierluigi Bersani

Pierluigi Bersani

VARESE, 18 novembre 2016–  Dopo tanti SI’ al referendum, sarà Pierluigi Bersani a dar man forte per il No al prossimo referendum. L’ex segretario del Pd sarà ospite il 22 novembre al Liceo Civico Musicale di Varese (ore 21). All’incontro pubblico sarà presente il presidente di Anpi Lombardia Tullio Montagna.

Si tratterà di un dibattito a tutto tondo, sulle motivazioni di un voto contrario che non vuole essere un voto contro un partito o contro il governo, ma solo sul merito della revisione costituzionale approvata dal parlamento.

“Per ANPI è motivo di orgoglio avere a Varese il presidente regionale Montagna che si è distinto, durante tutta la campagna referendaria, per avere espresso in modo molto chiaro i punti di vista dell’Associazione sulla riforma, senza mai scadere nella polemica politica” , dichiara la presidente De Tomasi:” infatti l’appoccio sempre “contro” che molti hanno inteso dare a questa campagna non è convincente: ANPI si è impegnata a segnalare e ribadire che il voto è sul testo della costituzione, e sui dubbi che la riforma pone”.

De Tomasi ha ribadito le ragioni di inquietudine che la riforma suscita e che hanno spinto ANPI a prendere posizione, sottolineando altresì che “mentre la Caritas segnala ancora una volta che l’Italia è sempre più confrontata con crescente disagio e povertà, quest’ultima cresciuta al punto da essere definita “terremoto sociale”, la politica si trova confrontata con l’urgenza di assumere decisioni e provvedimenti per contrastare tale fenomeno, è certo che la Costituzione non sia la causa di tali problemi, le riforme e i cambiamenti da percorrere sarebbero stati altri”.

Il referente del CDC aggiunge che “siamo particolarmente soddisfatti della presenza dell’Onorevole Bersani, infatti in una campagna caratterizzata da scontri e personalizzazioni è significativo che a difendere le ragioni del NO intervenga un autorevole esponente del partito di governo, un politico che ha creduto fino all’ultimo di poter migliorare e quindi sostenere la riforma, ma si è poi dovuto arrendere alla realtà di una riforma controproducente e rischiosa per il futuro del Paese.”

Durante la serata ci sarà modo di ragionare dei motivi per cui la revisione costituzionale vada respinta, per una migliore solidità della nostra democrazia, per difenre i valori cui la nostra Costituzione si ispira e anche, per dirla in “bersanese”, dei motivi per cui il NO è anche la miglior risposta alla “mucca che sta bussando in corridoio”.

“In una campagna caratterizzata da polemiche e contrapposizioni eccessive – aggiunge Sabbadini- desta qualche rammarico che il fronte del Sì, per strategia elettorale, abbia scelto di privilegiare il confronto con l’opposizione “parlamentare” di Lega e Cinque Stelle, tendendo in qualche modo a delegittimare l’opposizione “sociale” e “tecnica” rappresentata dal CDC di Zagrebelsky, da ANPI, Arci, FIOM e altri soggetti ancora. Credo sia stata un’occasione persa, di confronto “di merito”, soprattutto”.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 18 novembre 2016. Filed under POLITICA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *