Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Arrestato a Varese per violenza sessuale ragazzo afghano

image_pdfimage_print

poliVARESE, 18 novembre 2016– Nella serata di ieri gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Volanti di Varese hanno arrestato un giovane afghano, di circa vent’anni, per il reato di violenza sessuale ai danni di una coetanea.

La vittima, nel primo pomeriggio, stava come di consueto facendo rientro in treno da Milano ed ha da subito notato che nel vagone in cui si era seduta con un amico si trovava anche un ragazzo mai visto prima che continuava insistentemente a fissarla.

Quando alla stazione di Gallarate il vagone del treno si è svuotato di pendolari e la ragazza è rimasta sola con lo sconosciuto, questi si è seduto nel sedile dietro la vittima e mentre questa era al telefono ha iniziato a palpeggiarla con fare insistente. La ragazza ha subito reagito alzandosi, urlando di smetterla e cambiando posto, ma lo sconosciuto ha continuato nel suo intento una seconda volta.

Giunta a Varese, la ragazza è scesa dal treno e si è incamminata verso casa, notando comunque di essere ancora seguita dal qualcuno. Lo sconosciuto infatti la stava pedinando ed è arrivato fino al portone dell’abitazione, non riuscendo fortunatamente ad entrare.

Spaventata, la ragazza ha raggiunto il suo appartamento e controllava dalla finestra la presenza o meno del ragazzo; poiché lo stesso non desisteva la vittima ha deciso di non uscire fino all’arrivo dei familiari, nella speranza che il molestatore desistesse dalle proprie intenzioni.

Imperterrito, il molestatore ha atteso la vittima seduto vicino all’ingresso del portone per tutta la serata, notato dal fratello e dai genitori della ragazza che sono rientrati a casa verso le 18.

A questo punto, grazie alla forza data dai familiari, la vittima ha chiamato la Sala Operativa lamentando la presenza da tutto il pomeriggio di una persona sconosciuta sotto casa che la stava attendendo.

Giunti sul posto, gli agenti hanno contattato la richiedente, che ha raccontato loro delle molestie subite sul treno e del successivo “pedinamento”, hanno individuato il ragazzo descritto seduto tranquillamente a terra sulla strada intento a fumarsi una sigaretta ed lo hanno identificato in A.M., ventenne di origini afghane, regolarmente presente sul territorio nazionale ma già conosciuto alle Forze di Polizia italiane per un episodio di atti osceni in luogo pubblico.

Per i fatti descritti, il giovane A.M. è stato tratto in arresto per il reato di violenza sessuale e tradotto presso il carcere di Varese.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 18 novembre 2016. Filed under Cronaca,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *