Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

A Busto Arsizio arriva la Silent Disco: quattro serate in location diverse

image_pdfimage_print

BUSTO ARSIZIO, 20 settembre 2016- Quattro serate in compagnia della moda del momento: la Silent Disco. L’iniziativa, che permette di portare una discoteca ovunque, senza disturbare nessuno con la musica ad alto volume, avrà un doppio appuntamento in piazza San Giovanni e al parco Ugo Foscolo nel fine settimana.

L’iniziativa, organizzata dall’associazione culturale Le Officine in collaborazione con l’Amministrazione comunale e il Distretto del Commercio, è in programma giovedì 22 e venerdì 23 settembre in piazza San Giovanni, mentre sabato 24 e domenica 25 il ritrovo è nel parco di via Foscolo. Una doppia discoteca nel cuore della città, ma straordinariamente silenziosa.

La silent disco funziona infatti con un sistema di cuffie wireless che permettono ai partecipanti di ballare e divertirsi senza dover ricorrere all’amplificazione. Ci saranno tre diversi canali musicali con altrettanti diversi generi in modo da permettere a chiunque di scegliere il suo preferito.

L’assessore al commercio Stefano Ferrario sottolinea che l’iniziativa, che per la prima approda a Busto Arsizio, rappresenta un’attività di rivitalizzazione della città che, con il coinvolgimento degli esercizi commerciali, ha l’obiettivo di sostenere lo sviluppo del territorio e di favorire l’attrattività della città.

L’accesso è libero, non sono previste prenotazioni.

Questo il programma dei tre canali:

Canale 1: ROCK 360° / ANNI 90 / TRASH

Dai Nirvana ai Blink 182…

Ma anche la cassa dritta di Gigi Dag!

Canale 2: HIP HOP / LATINO / REGGAE / DANCEHALL

Da Jay-Z agli Aventura…

Passando per Bob Marley e Sean Paul!

Canale 3: ELECTRO / HOUSE / DUBSTEP / TRAP

Da Avicii a Bob Sinclair…

E da Skrillex ai Major Lazer!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 20 settembre 2016. Filed under Musica,Spettacoli&Cultura. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *