Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Pallavolo serie B: Cus Insubria Volley domina contro Saronno vincendo tutti i set

image_pdfimage_print

15209200_1880933865471521_1283522307_nVARESE, 27 novembre 2016- Ieri il Cus Insubria Volley Va ha ospitato i sassaresi del Silvio Pellico 3P SS. La gara, valida per la settima giornata di Serie B di pallavolo (girone B), ha visto i padroni di casa vincere sui sardi con un secco 3 a 0 (25-13; 25-18; 25-22) impedendo loro di acciuffare quella che sarebbe stata la prima vittoria della stagione.

Match in salita già dalle prime battute per i sardi del Silvio Pellico; il primo set, meno impegnativo dei successivi per i biancorossi, vede i sassaresi in svantaggio già dal primo punto messo a segno dai padroni di casa su errore di Loddo a servizio. Errore, questo, primo di una lunga serie, che consentirà ad un Varese decisamente in forma di portare a casa, anche con un pizzico di opportunismo, una preziosa vittoria. Sin dai primi minuti di gioco, il Cus Insubria si porta avanti sugli avversari mantenendo un solido vantaggio per tutta la durata del set. Sul 3-1 si è vista un ottimo posizionamento a muro di Quaglio che sigla il 4-1. Poi Daolio, schiacciando segna il 5-1 regalando ai tifosi la prima, ma non ultima, imprendibile diagonale. Erroraccio di Quaglio sull’ 8-4, poi Lualdi schiaccia ancora ed è 9-4: Il Silvio Pellico rincorre l’avversario senza mai impensierirlo seriamente. Il set lo chiudono i varesini dunque. sul 25-13. Notevoli le battute del capitano biancorosso, le manovre difensive (Stella sul 18-9) e la definizione delle competenze in ricezione (Muselli sul 24-12). Dall’altra parte spiccano Andria, abile nelle diagonali come si è visto sul 24-13 e Loddo: capitano, immenso soprattutto sul piano motivazionale.

Di Noia al servizio apre un secondo set decisamente più combattuto, il Silvio Pellico si porta in vantaggio con Andria, poi Galleri sbaglia la ricezione e concede il pareggio. Un errore di Castanò alla battuta cede il passo ai sardi che si ritrovano di nuovo avanti e lo saranno fino al primo time out tecnico 6-8. Poi arriva il sorpasso sull’ 8-8, il capitano biancorosso, schiacciando, porta in vantaggio il Varese ed è 9-8. Di nuovo Castanò sempre su schiacciata, poi altro punto messo a segno da Daolio su alzata di Di Noia, e Leoni (brillante in questo set) portano il Varese sul 12-10. Secondo time out sul 16-13, il Varese prende fiato e 15211565_1880933095471598_1760573725_ntrova la giusta carica per consolidare il vantaggio: bel muro di Ravasi sul 17-13, devastante Daolio in attacco così come al servizio. Qualche errore da parte dei padroni di casa concede terreno ai sardi: Leoni batte male, poi tocca a Castanò sul 18-15 e anche Ravasi regala un punto agli avversari sul 20-17. E’ il Varese a chiudere però il set col parziale di 25-18 portandosi sul momentaneo 2-0: le ultime fasi del set hanno visto un calo del Silvio Pellico con conseguente avanzata biancorossa che esce vittoriosa grazie ad un deciso Castanò che schiaccia in diagonale scaricando non poca tensione.

Il terzo set, decisamente il più equilibrato e combattuto fra i tre, vede gli ospiti, al servizio, portarsi in vantaggio e reggere con più determinazione la prestanza avversaria. Si è visto uno scatenato Lualdi sull’ 1-1 e sul 4-3, Daolio, in gran forma, si impone spesso sugli avversari con prepotenti ma efficaci servizi e diagonali (6-6, 14-15, 19-18, 21-21). Anche Di Noia e Alluvion meritano qualche riga, il primo, anche se meno combattivo rispetto ai precedenti set, spesso e volentieri alza palle d’oro, il secondo indispensabile laddove c’è da far muro, gestire le manovre difensive o addirittura al contrattacco come la diagonale sul 13-11. Dall’altro lato, i sardi si impegnano e molto. Parecchie belle schiacciate hanno permesso ad Andrei di distinguersi 1-2, così come Loddo o il numero 14 che in più di un’occasione, attaccando e servendosi spesso del pallonetto, mettono in difficoltà Muselli. Non sono tuttavia mancati gli errori, forse dovuti alla stanchezza, da ambedue le parti. Sarà il capitano biancorosso a chiudere i giochi al secondo set point sul 24-22. Giocato praticamente punto a punto fino alle fasi finali del gioco, questo parziale evidenzia qualche difficoltà da parte del Cus Insubria nel mantenere i nervi saldi fino al fischio finale, ma al contempo concede loro una sudata e meritata vittoria: il secondo 3-0 dopo quello ottenuto fuori casa sul Ticomm&Promaco Gorg.Mi.

Intervistato a fine gara, il centrale sassarese Andrei parla delle difficoltà riscontrate: “Stiamo lavorando in special modo sull’aspetto mentale… la partita di oggi si è sposata bene con quanto abbiamo fatto in allenamento e speriamo di poterci esprimere al meglio nelle 2 gare successive. I 3 punti mancano tanto, tuttavia siamo una squadra completamente rinnovata e ci sono margini di miglioramento, ci stiamo adattando. Un plauso va al Cus Insubria, palleggiatore d’ esperienza, e si vede, probabilmente merita qualche punto in più in classifica.”

Anche Maranesi, il coach biancorosso, dice la sua: “Avversario permettendo, l’obiettivo odierno e dare a tutti la possibilità di adattarsi al nuovo palleggiatore. Nel terzo set siamo calati un po’, anche nel secondo sostanzialmente, qualche inciampo era comunque previsto… Dobbiamo necessariamente migliorare sul palleggio a servizio. Al servizio abbiamo sbagliato spesso, ma è fondamentale capire perché si sbaglia così come lo è correggere… Ho visto più di un servizio errato e sicuramente ci lavoreremo molto in allenamento. Tescaro è un buon palleggiatore, portato principalmente ad alzare palloni in fase offensiva ma sta crescendo e sicuramente imparerà da palleggiatori più esperti a distribuire più palloni così da poter garantire alla squadra una maggiore elasticità, tatticamente parlando. Ci abitueremo sicuramente a nuovi ritmi.”

TABELLINI

CUS Insubria Volley – Silvio Pellico 3P SS: 3-0 (25-13; 25-18; 25-22).

CUS Insubria Volley: M. Alluvion 1, M. Mantovan 2 (L2), M. Leoni 3, F. Castanò 4, L. Tescaro 6, M. Daolio 7 (C), F. Lualdi 8, M. Badalucco 9, D. Reggiori 10, M. Quaglio 11, M. Stella 12, P. Ravasi 13, F. Di Noia 15, F. Musselli 16 (L1).

Primo allenatore: M. Maranesi.

Secondo allenatore: G. Gallo.

Silvio Pellico 3P SS: C. Russo 1, E. Gazale 2, M. Galleri 6, A. Andria 8, A. Vargiu 9 (L1), E. Matteo 10, V. Bellumori 11, D. Fancello 12, E. Andria 16, R. Cuccureddu 15 (L2), P. Loddo 18 (C).

Primo allenatore: A. Peltz.

Secondo allenatore: –

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 27 novembre 2016. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *