Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Rugby Guinness PRO12: le Zebre di Parma cedono ai gallesi Scarlets (24-31)

geldenhuys_zebre_scarlets_1617PARMA, 3 dicembre 2016-  Dopo due weekend di pausa per lasciare spazio ai test match delle nazionali e la sospensione per campo ghiacciato della gara dello scorso fine settimana in Irlanda del Nord, le Zebre Rugby hanno ritrovato il rugby giocato a Parma ospitando gli Scarlets nel Guinness PRO12. Per il decimo turno del torneo i bianconeri –alla ricerca del loro primo successo interno stagionale- hanno affrontato i gallesi quarti in classifica dopo la lunga serie di sei vittorie consecutive che ha portato il XV di Llanelli in zona playoff. Entrambe le squadre hanno inserito in lista gara diversi nazionali reduci dagli impegni di Italia e Galles che si affronteranno nel primo turno del RBS 6 Nazioni 2017 a Roma a Febbraio. In particolare il XV del Nord-Ovest ha potuto schierare sei Azzurri nel XV titolare con Van Schalkwyk –in dubbio alla vigilia del match- costretto al forfait nel riscaldamento. Per i gallesi titolare l’ex Clermont-Auvergne e British & Irish Lions Jonathan Davies a secondo centro con altri tre nazionali gallesi a disposizione in panchina.

Cronaca: prima azione gallese e fallo in ruck contro Minnie con Patchell che non piazza e va per la touche sui 22; sono brave le Zebre a recuperare il pallone e riproporsi in attacco dopo uno scambio di pedate tra i due triangoli allargati. Dopo un multifase è il drop di Canna da posizione centrale a sbloccare il risultato. Attaccano gli Scarlets ma prima un in avanti e poi un tenuto a Ball sui 22 fermano l’impeto gallese. Bellini recupera un up & under di Violi e porta le Zebre nei 22 al 11° con James Davies che non rotola via concedendo il primo piazzato a Canna che porta i suoi sul 6-0. Il vantaggio dura pochissimo con gli Scarlets abili col mediano Evans a recuperare un pallone a terra a metà campo e sgusciare tra la difesa bianconera per segnare la prima meta. Rispondono le Zebre prima con Canna che prova al piede ma non trova il compagno al largo e poi con Berryman sanzionato con un tenuto al 16°. Ancora Canna protagonista con un calcetto a seguire per se stesso recuperato, ma il riciclo su Bellini non è pericoloso. Sono le Zebre a fare la partita mettendo pressione ai gallesi al piede e recuperando l’ovale rubando una touche sui 10 metri. Il multifase italiano si sposta al centro del fronte d’attacco dove è ancora l’apertura della nazionale italiana a segnare col secondo drop di giornata che ridà il vantaggio al XV di Guidi. Aggressiva la linea di difesa delle Zebre con Castello alla controruck sui propri 22 al 23°. E’ il gioco al piede il leit motif della gara che rimane equilibrata al Lanfranchi con il XV del Nord-Ovest che sembra prevalere nelle fasi statiche col fallo a favore in mischia chiusa colto alla mezz’ora. Gli ospiti ci provano alla mano al 34° trovando la seconda meta con Shingler che finalizza una bella azione gallese che sfrutta la superiorità numerica sul largo destro. Il XV di coach Pivac è ancora nei 22 al 38° con una lunga azione alla mano orchestrata con veloci passaggi a testare tutta la difesa italiana costretta al fallo giocato in rimessa. L’attacco gallese trova il varco per la terza meta della gara sull’ala opposta dove il nazionale canadese Van Der Merwe segna alla bandierina dopo diversi raccogli e vai degli avanti gallesi.

La ripresa vede un fuorigioco dell’attacco italiano con gli Scarlets che giocano la touche sui 5 metri: la maul è ben difesa con l’arbitro irlandese Wilkinson a concedere il turn-over ai bianconeri vicino alla linea di meta. Al 47° sono però i gallesi a trovare la meta del bonus con Thomas che col proprio sostegno a Jonathan Davies finalizza il varco trovato dal nazionale gallese tra le maglie bianconere a trenta metri dalla linea di meta. Il XV del Nord-Ovest risale grazie ad un tenuto dello stesso Thomas con D’Apice a giocare una rimessa in attacco con gli avanti gallesi bravi nel turn-over a recuperare il possesso dopo una maul. Da una giocata al piede di Patchell sporcata da Canna nasce l’azione della quinta meta ospite: il pallone è recuperato dal mediano Evans che con la sua velocità beffa per la seconda volta la difesa italiana. Il primo fallo in mischia a favore degli Scarlets riporta la franchigia di base a Llanelli nei 22 italiani al 55° ma arriva il fallo contro sul punto d’incontro a far risalire i bianconeri. Canna calcia in rimessa il fallo ottenuto in mischia chiusa al 59° con le Zebre che avanzano con Meyer fino dentro ai 22; la pericolosa azione si chiude con un passaggio in avanti di Canna su D’Apice. Muovono ancora l’ovale i padroni di casa alla ricerca della loro prima meta: il lunghissimo multifase porta in meta Ruzza sulla bandierina destra trasformata da Canna al 64°. Dopo diversi cambi sono ancora le Zebre ad infiammare il pubblico del Lanfranchi prima con una bella azione personale di Bellini sull’out destro, poi con la meta arrivata sull’ala opposta con Venditti a sfruttare la superiorità creatasi per riportare a -10 i bianconeri. Non mollano le Zebre che ci provano prima con Bellini e poi con Ruzza entrando nei 22 a cinque dal termine ma l’ovale è perso in avanti a pochi centimetri dalla meta. Dopo la liberazione al piede altra carica di Venditti che riporta i suoi in zona rossa: a tempo scaduto arriva il fallo della difesa gallese con Canna che, centrando i pali, regala il punto di bonus alle Zebre per il 24-31 finale.

Le impressioni dell’head coach Gianluca Guidi raccolte in sala stampa al termine della partita :”L’analisi della gara di oggi è come una cartina tornasole di questa stagione: quando perdiamo confidenza dopo momenti negativi usciamo dal campo. Dobbiamo cercare di tornare invece subito in partita ripartendo dalle cose semplice. Quando la squadra ha confidenza gioca bene e arrivano i benefici per tutti come nel finale di oggi. Abbiamo avuto un black out di 20 minuti tra la mezz’ora e il 50° minuto che non dovrebbe succedere. I cambi hanno fatto molto bene e ne sono contento perché siamo rientrati in partita. Dobbiamo esser contenti del punto conquistato meritatamente ma rammaricarci perché, quando giochiamo, riusciamo a competere contro una squadra in forma come gli Scarlets che nel primo tempo non ci aveva messo molto in difficoltà sfruttando solo i nostri errori.  La nostra sfida è sulla serenità; giocare sulle cose preparate in settimana per competere in campo. Dobbiamo trovare fiducia per giocare 80 minuti capendo che ora la differenza tra noi e gli altri è solo questa: gli avversari vengono qui sfruttando i nostri errori. Oggi ho avuto tanto dai miei giocatori, in particolare volevo ringraziare  Zdrilich, ultimo arrivato ieri mattina, che ha colto al volo la sua opportunità facendosi valere oggi in campo propiziando la meta di Venditti”.

Dopo la settimana di pausa le Zebre si ritroveranno alla Cittadella del Rugby di Parma lunedì 5 Dicembre per preparare il prossimo impegno ufficiale. Sabato 10 Dicembre alle 20.45 i bianconeri ospiteranno la formazione francese dello Stade Touousain allo Stadio Lanfranchi di Parma nel terzo turno della Pool 2 della EPCR Champions Cup.

Guinness PRO12 2016/17, Round 10

Zebre Rugby Vs Scarlets 24-31 (p.t. 9-21)

Marcatori: 4‘ drop Canna (3-0); 13‘ cp Canna (6-0); 13‘ m Evans J. tr Patchell (6-7); 21‘ drop Canna (9-7); 34‘ m Shingler tr Patchell (9-14); 39‘ m Van Der Merwe tr Patchell (9-21);  s.t. 7‘ m Thomas (9-26); 11‘ m Evans J. (9-31); 24‘ m Ruzza tr Canna (16-31);  32‘ m Venditti (21-31);  80‘ cp Canna (24-31);

Zebre Rugby: Berryman (10’ s.t. Padovani), Bellini, Boni, Castello (35’ s.t. Pratichetti), Venditti, Canna, Violi (17’ s.t. Palazzani); Ruzza, Meyer, Minnie (26’ s.t. Zdrilich), Bernabò (13’ s.t. Koegelenberg), Geldenhuys (cap), Chistolini (16’ s.t. Roan), D’Apice (25’ s.t. Festuccia), Postiglioni (15’ s.t. De Marchi) All.Guidi

Scarlets: Thomas, van der Merwe (28’ s.t. Jones), Davies Jo., Parkes (cap), Evans S. (17’ s.t. Owen), Patchell, Evans J. (13’ s.t. Davies G.), Boyde (26’ s.t. Macleod), Davies Ja., Shingler, Ball, Beirne (26’ s.t. Rawlins), Kruger (13’ s.t. Lee), Elias (25’ s.t. Phillips), Jones W. (13’ s.t. Evans R.) All. Pivac

Arbitro: David Wilkinson (Irish Rugby Football Union)

Assistenti: Kieran Barry (Irish Rugby Football Union) e Filippo Bertelli (Federazione Italiana Rugby)

TMO: Simon McDowell (Irish Rugby Football Union)

Calciatori: Canna (Zebre Rugby) 3/4, Patchell (Scarlets) 3/5; drop Canna (Zebre Rugby) 2/2

Punti in classifica: Zebre Rugby 1, Scarlets 5

Man of the match: Jonathan Evans (Scarlets)

Note: Cielo coperto. Temperatura 8°. Terreno in buone condizioni. Spettatori 2000 circa. Esordio con le Zebre Rugby per  Alessio Zdrilich permit player tesserato col Rugby Calvisano nel campionato italiano Eccellenza.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 3 dicembre 2016. Filed under Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *