Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Concerto di solidarietà per il cantautore Enrico Capuano trapiantato di cuore

ROMA, 9 dicembre 2016- Lo storico cantautore della tamurriata rock Enrico Capuano dopo 35 anni di attivita’ live ininterrotta, noto per avere aperto molti concerti del Primo Maggio, ha subito un trapianto di cuore che lo portera’ fuoiri dai palchi per tanti mesi. Ha bisogno di sostegno, la sua storia fa parte della storia della musica folk rock dalla parte degli ultimi con un modello che è quello del musicista operaio e che certo in un momento come questo, senza introiti, non puo’ che avere bisogno di solidarieta’
Sosteniamo il cantautore Enrico Capuano e il concerto di solidarieta’ del prossimo 11 dicembre a Roma.

Ecco: queste sono alcune delle primissime donazioni di solidarietà appena arrivate ad Enrico Capuano da parte di amici fan colleghi artisti per la sua pausa forzata dal trapianto: sosteniamolo tutti!
Giacomo Giannelli amico storico e fratello
Graziano Galatone cantante e attore notre dame de Paris (Febo)
Paolo Travelli VOICES BY PASSAPAROLA – Luxembourg Dj Radio ARA
Simona Capuccio musicista
Marcella e Antonella Giuliani operatrici culturali
Paolo Fiori operatore culturale e scrittore
Pierluigi Moschitti musicista e organizzatore eventi
Carla Bauco meravigliosa persona
Michele Citoni giornalista
Simona da New York studentessa e tanti altri,
ma tante altre stanno arrivando….

Sosteniamo Enrico Capuano
Possiamo farlo tutti
tramite conto bancario Iban con la motivazione Io sto con Enrico IBAN IT75G0103003214000001447990 Mps Enrico Capuano o tramite Posta Pay 4023 6009 3117 3910
Codice Fiscale
LDDLNZ82B16H501X. segnalateci la cosa che metteremo il vostro nome in questa lista.

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 9 dicembre 2016. Filed under Musica,Spettacoli&Cultura. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *