Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Progettto “7Pixel” in memoria del professore Lanzarone: oggi le premiazioni

image_pdfimage_print

VARESE, 15 dicembre 2016– Si è svolta oggi a Varese la cerimonia di premiazione del progetto “7Pixel”, intitolato alla memoria del professor Gaetano Aurelio Lanzarone, docente scomparso prematuramente nel 2011.

Il concorso ha premiato con tre borse di studio del valore di 1.500 euro ciascuna, bandite dall’Università degli Studi dell’Insubria su fondi 7Pixel, tre studenti meritevoli iscritti al Corso di Laurea Magistrale in Informatica dell’Università degli Studi dell’Insubria. Si tratta di: Andrea Marisio, classe 1992 di L’Aquila; Samuele Martinelli, classe 1982 di Como, e Fabio Ramoni, classe 1992 di Domodossola. Marisio ha presentato il Progetto “Prodotti-Accessori” che mira a individuare soluzioni per determinare se le descrizioni di beni reperibili on-line riguardino un prodotto (ad esempio una bicicletta) oppure un suo accessorio (ad esempio il campanello di una bicicletta).

Martinelli è stato premiato per il Progetto “Crawler” che punta alla realizzazione di un crawler (software) per individuare i codici dei prodotti acquistabili on line e integrarli in un catalogo accessibile e interrogabile. Infine, il Progetto “MyPosition” di Ramoni ha come scopo la realizzazione di un sistema per analizzare e stimare quanto sia conveniente per un potenziale nuovo cliente, inserire i suoi prodotti all’interno del motore di comparazione prezzi “Trovaprezzi”.

Il bando di concorso dal 2013 è il frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Scienze Teoriche ed Applicate dell’Università dell’Insubria e il Gruppo 7Pixel, leader in Italia nel settore della comparazione dei prezzi e dello shopping online, nato nel 2002 unendo conoscenze tecnologiche, informatiche e di marketing.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 15 dicembre 2016. Filed under Varese,VARESE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *