Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Cani vaganti, smarriti o feriti: con il chip tornano a casa nel tempo di un SMS.

image_pdfimage_print

VARESE, 22 dicembre 2016- L’Anagrafe Animali d’Affezione presenta una nuova e innovativa funzionalità: il servizio SMS, che consente di identificare e contattare il proprietario o detentore di un cane vagante, smarrito o ferito provvisto di chip e registrato all’anagrafe, con l’immediata restituzione dell’animale, senza l’intervento dell’accalappiacani e il conseguente ricovero in canile sanitario, evitando anche le spesa dovuta per questi servizi.

Questa nuova funzionalità, inoltre, permette al Veterinario, in servizio di reperibilità, in caso di ritrovamento di cani feriti, di contattare immediatamente il proprietario dell’animale individuato dall’operatore accalappiacani, munito di lettore di microchip.

 Il progetto prevede la fornitura, ai Comuni richiedenti, di lettori di microchip e l’abilitazione dei telefoni cellulari delle Polizie Locali o di altro personale autorizzato per rintracciare i proprietari e contribuisce anche all’attività di prevenzione del randagismo. I 130 Comuni, che hanno aderito al progetto,  saranno inoltre abilitati all’utilizzo della banca dati Anagrafe degli Animali d’Affezione.

Il numero elevato di ricoveri nei canili sanitari, determinato anche dall’ammirevole “senso civico” dei cittadini, che in presenza di un cane vagante, allertano il servizio di accalappiacani per il relativo recupero, potrà così essere contenuto.

Il Dipartimento di Prevenzione Veterinaria di ATS Insubria per il territorio di Varese ha dato seguito al progetto relativo al “Piano triennale degli interventi in materia di educazione sanitaria e zoofila, di controllo demografico della popolazione animale e di prevenzione del randagismo 2015-2017”.

“Questo progetto è particolarmente significativo – spiega il dott. Eraldo Oggioni Direttore del Dipartimento Veterinario – in duplice veste: per l’attenzione al benessere animale, evita infatti tutte le conseguenze dello stress da ricovero e – conclude Oggioni – offre un servizio migliore ai cittadini con la rapida restituzione dei cani senza spese di accalappiamento”.

I telefoni aziendali dei veterinari in servizio di reperibilità notturna, festiva e prefestiva saranno abilitati per la tempestiva comunicazione al proprietario del ritrovamento del cane negli orari di pronta disponibilità, mentre la Polizia Locale utilizzerà la funzione SMS in caso di ritrovamento di cani vaganti.

I risultati verranno quantificati con il numero di accessi al servizio SMS da parte dei Comuni e dei Veterinari, oltre al numero di cani restituiti ai proprietari, senza ricovero in canile.

Canili

In provincia di Varese sono presenti due canili sanitari, uno nel distretto Veterinario Nord, il secondo nel distretto Veterinario Sud. Nel triennio 2012 – 2014 il numero di ingressi in canile sanitario è descritto dalla tabella:

 

Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014
1302 1361 1364

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 22 dicembre 2016. Filed under Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *