Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Botti vietati a Varese per Capodanno

VARESE,  30 dicembre 2016 – “Alto rischio di incendi ma anche la volontà di garantire la sicurezza e la salute di ciascuno di noi migliorando le condizioni di vivibilità nel centro urbano e salvaguardando la convivenza civile e la coesione sociale”. Sono queste le motivazioni principali che hanno portato oggi alla firma dell’ordinanza che nella notte tra il 31 dicembre 2016 e il 1 gennaio 2017 vieterà l’uso di botti e petardi di qualsiasi tipo in luoghi coperti o scoperti, pubblici o privati, nelle immediate prossimità di abitazioni e altri luoghi caratterizzati dalla presenza di persone e animali, con particolare riguardo ai luoghi di cura. La delibera specifica inoltre che i botti cosiddetti “declassificati” di libero commercio possono essere esplosi in zone isolate, a debita distanza dalle persone e dagli animali e comunque prestando la massima attenzione al fine di prevenire eventuali incendi. Il materiale in questione deve essere acquistato esclusivamente da rivenditori autorizzati, munito della dicitura attestante la possibilità di commercializzazione al pubblico.

Negli ultimi giorni il dipartimento della Protezione Civile – Centro monitoraggio rischi naturali – della Regione Lombardia ha diramato ben due avvisi, il 27 e il 29 dicembre, allertando le amministrazioni locali e la popolazione sul possibile rischio di incendi che potrebbero essere causati dalla presenza di fuochi o fiamme libere. Le condizioni di forte siccità di questi ultimi giorni riguardano anche il territorio varesino e sono causate dall’assenza di precipitazioni e la presenza di vento. Per questi motivi l’amministrazione di Varese intende mantenere un alto il livello di attenzione per evitare che anche nella nostra zona di possano verificare incendi che mettano in pericolo la popolazione e danneggino la vegetazioni e le colture.

Inoltre, l’ordinanza emessa oggi dall’amministrazione di Varese richiama esplicitamente le conseguenze negative che i botti possono causare sulla salute delle persone e degli animali, in particolare quando i petardi sono esplosi vicino a luoghi di cura.

La violazione dell’ordinanza firmata oggi comporterà l’applicazione delle sanzioni amministrative che potranno andare da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro, il sequestro del materiale pirotecnico utilizzato o illecitamente detenuto e la successiva confisca. L’ordinanza firmata dall’amministrazione è stata inviata al Prefetto di Varese.

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 30 dicembre 2016. Filed under Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *