Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Margherita Hick Huck Hack”, favola per bambini al Nuovo Teatro di Cuasso

image_pdfimage_print

CUASSO AL MONTE, 2 gennaio 2016- I segreti delle stelle, una scienziata “capatosta” e un gattone monello. Sono questi gli ingredienti della favola teatrale “Margherita Hick Huck Hack” con cui si apre il 2017 al Nuovo Teatro di Cuasso.

L’appuntamento, il secondo della rassegna “Merenda ora di teatro” dedicata ai bambini, è per venerdì 6 gennaio alle 15.45

Scritto ed interpretato da Marina De Juli, lo spettacolo si ispira alla figura di Margherita Hack, una delle nostre più importanti astrofisiche, studiosa delle stelle che con la sua simpatia sapeva spiegare la scienza anche ai bambini e nello stesso tempo era una donna capace di lottare per quello in cui credeva.

“Uno spettacolo per spiegare ai bambini l’universo – spiega Marina De Juli, attrice e direttrice artistica del Nuovo Teatro di Cuasso – per raccontare un viaggio iniziato dalle stelle, attraverso una scienziata davvero tosta e il suo gatto impertinente”.

Con l’attrice in scena anche Dina Rebeschi, che ha ideato e creato il simpatico gatto Monello.

Uno spettacolo coinvolgente, intelligente e divertente che il Nuovo Teatro di Cuasso propone nel giorno dell’Epifania, per festeggiare la Befana che poi arriverà con i suoi doni.

I posti sono limitati e dunque è richiesta la prenotazione, telefonando ai numeri 0332 939167 – 327 7765235 oppure direttamente dal sito del Nuovo Teatro di Cuasso www.nuovoteatrodicuasso.it

Dopo lo spettacolo ai bambini sarà offerta la merenda.

Ingresso spettacolo bambini 8 euro (merenda compresa)

Nuovo Teatro di Cuasso, via Roma 58 – Cuasso al Monte (Va) Facebook: Nuovo Teatro di Cuasso

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 2 gennaio 2017. Filed under Spettacoli&Cultura,Teatro. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *