Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Delitto di Stabio: forse una lite il motivo del delitto

image_pdfimage_print

L’abitazione dove è stata uccisa Nadia Arcudi

STABIO, 7 gennaio 2017-Sarebbe stato un diverbio con la vittima la molla scatenante del delitto avvenuto il 14 ottobre tra le mura della villetta di Stabio. Così almeno – si è appreso oggi, sabato – ha dichiarato il cognato alla procuratrice Pamela Pedretti.

La discussione, ha spiegato, riguardava proprio la casa in via Cava, che Nadia Arcudi rivendicava da tempo. Il 42enne di Coldrerio si era ritrovato nel mezzo della disputa famigliare. Aveva cercato di mediare, e quella sera Nadia gli avrebbe rimproverato di non fare abbastanza. Da qui, preso dall’impeto, la decisione di ucciderla, soffocandola con un sacchetto di plastica.

Gli inquirenti non sono però affatto convinti della versione fornita dall’imputato. Ecco perché si ipotizza al contempo il movente passionale, fermo restando che dall’inchiesta non è emersa l’esistenza di una relazione sentimentale tra i due.

Intanto si attendono sempre i funerali della 35enne. I motivi del ritardo sono puramente pratici: il ministero pubblico ha liberato la salma, ma imponendo il divieto di cremazione. Dall’Italia non è ancora giunto inoltre il certificato di morte. (Rsi.ch)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 7 gennaio 2017. Filed under Cronaca,PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *