Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

E’ morto il filosofo Zygmunt Bauman: aveva 91 anni

image_pdfimage_print

LEEDS, 9 gennaio 2017– Il filosofo e sociologo polacco Zygmunt Bauman è morto all’età di 91 anni a Leeds (Inghilterra), dove ha insegnato per molti anni. Nato a Poznan il 19 novembre del 1925 da una famiglia ebraica, si rifugiò in Unione Sovietica dopo l’invasione nazista. Tornato a Varsavia, si era poi trasferito in Gran Bretagna definitivamente.

Era noto in tutto il mondo per essere il teorico della cosiddetta società liquida. Il sociologo italiano Carlo Bordoni, ricordandolo sulle pagine del Corriere della Sera (la stampa italiana è stata la prima a diffondere la notizia, dopo quella polacca, ndr), afferma che da oggi aumenterà “la solitudine del cittadino globale”, privo di una voce indignata e rassicurante.

Bauman, di formazione marxista, ha studiato il rapporto fra modernità e totalitarismo, con particolare riferimento alla Shoah e al passaggio dalla cultura moderna a quella postmoderna. Il suo pensiero ha attraversato il Novecento e ha abbracciato il nuovo millennio. In uno dei suoi ultimi interventi, ricorda il giornale meneghino, esprimeva la differenza fra il periodo della guerra e il presente: “Allora la gente era ottimista, vedeva la luce alla fine del tunnel. Le insicurezze erano temporanee, perché se la guerra fosse finita, tutto sarebbe andato a posto. Ora invece ci rendiamo conto che l’insicurezza è per sempre”. Una presa di coscienza non da interpretare con senso di rassegnazione, ma come un invito ad affrontare la realtà del presente.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 9 gennaio 2017. Filed under Cronaca,PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *