Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Non ancora chiarite cause del decesso di un uomo trovato cadavere nel suo appartamento

VARESE, 10 gennaio 2017- Nelle prime ore del pomeriggio dello scorso 27 dicembre, personale delle Volanti della Questura di Varese è intervenuto all’interno di un appartamento in una via centrale di Varese, a seguito di una segnalazione del rinvenimento del cadavere di un uomo di 40 anni di origini albanesi. A dare l’allarme alle forze dell’ordine sono stati il padre e il fratello dello stesso che, preoccupati di non avere notizie del congiunto da circa due giorni, si sono recati a cercarlo presso la sua abitazione.

In particolare il padre, dopo aver suonato ripetutamente al campanello, ha deciso di sfondare la porta rinvenendo così il cadavere del figlio steso sul letto. Sotto shock per la scoperta, ha avvisato l’altro figlio, della tragica scoperta, che ha richiesto l’intervento della Polizia.

Ci sono alcuni aspetti da chiarire sulla morte dell’uomo, data la sua giovane età, in merito alla quale è stato escluso che sia stata causata da azioni violente di terze persone.

In particolare, l’aspetto che merita maggiore chiarimento riguarda il rinvenimento, all’interno di un mobile della cucina, di un sacchetto aperto, contenente poco meno di mezzo chilo di sostanza stupefacente del tipo eroina. Solo l’esito degli esami autoptici e tossicologici chiarirà le cause del decesso e se sia collegato o meno allo stupefacente rinvenuto. Sul posto è intervenuto anche personale della Squadra Mobile che sta indagando sul caso al fine di ricostruire le ultime ore di vita dell’uomo che abitava con la famiglia in un altro appartamento, sempre nella città di Varese.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 10 gennaio 2017. Filed under Cronaca,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *