Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Muore in casa soffocato dal monossido di carbonio a causa di una stufetta difettosa

image_pdfimage_print

L’abitazione dove è stato rinvenuto il cadavere

SESTO CALENDE, 11 gennaio 2017- L‘allarme è stato lanciato alle 12.30 direttamente dal suo pacemaker quando ha smesso di funzionare, apparecchio collegato direttamente ai cardiologi che l’avevano in cura. Ma per un 66enne di Sesto Calende non c’è stato nulla da fare, morto forse per intossicazione da monossido di carbonio a causa di un cattivo funzionamento di una stufetta. 

Dopo l’allarme immediato il soccorso da parte di un’ambulanza, carabinieri e vigili del fuoco di Somma Lombardo che hanno trovato il cadavere dell’uomo all’interno della sua abitazione. Gli stessi vigili del fuoco hanno messo in sicurezza l’area, con gli specialisti  del Reparto Nucleare Biologico Chimico Radiologico che hanno effettuato rilievi strumentali nella casa. Sul posto anche tecnici dell’Ats.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 11 gennaio 2017. Filed under Cronaca,PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *