Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Minori stranieri non accompagnati: oggi una legge li tutela grazie alla parlamentare Gadda

Maria Chiara Gadda

ROMA, 29 marzo 2017- «Oggi la Camera dei Deputati approva in via definitiva, a larghissima maggioranza e dopo un lungo iter durato tre anni, la legge recante misure di protezione di minori stranieri non accompagnati che si pone la finalità di definire una disciplina organica e assicurare maggiore omogeneità nell’applicazione delle disposizioni su tutto il territorio nazionale. Una legge condivisa con ANCI e con tutte le associazioni impegnate in prima linea, che recepisce i principi proclamati nei trattati internazionali a partire dalla convenzione ONU sui diritti dell’infanzia». Lo sostiene Maria Chiara Gadda, deputata del Partito Democratico, componente del Comitato Schengen e della Commissione d’inchiesta sul sistema di accoglienza e trattenimento dei migranti.

«Nel corso del 2016 sono sbarcati sulle nostre coste 25.846 minori stranieri non accompagnati, il 14,2% dei migranti sbarcati, e molti di questi spesso purtroppo sono vittime di tratta (con particolare riferimento alle ragazze) oppure diventano irreperibili o vittime di sfruttamento quando approdano in Europa».

«Le norme – continua – colpiscono il mercato degli esseri umani e rispondono a ragioni di legalità oltre che umanitarie. Il provvedimento stabilisce un sistema stabile di protezione, mette ordine alle procedure, fissa regole e assegna risorse».

«Nei suoi primi articoli definisce questa categoria di soggetti vulnerabili e tra le varie misure, prevede la possibilità di affidamento familiare rispetto al ricovero in strutture di accoglienza, risorse certe per i comuni che aderiscono allo SPRAR con particolare attenzione ai minori, l’albo dei tutori volontari selezionati e adeguatamente formati, misure di accompagnamento verso la maggiore età che vedono il coinvolgimento di associazioni e della comunità, disciplina di due tipologie di permesso di soggiorno “per minore età” e “per motivi familiari”, il diritto alla salute e alla istruzione con percorsi specifici e adeguati» spiega Gadda. «Viene posta particolare attenzione ai minori vittime di tratta e richiedenti protezione internazionale».

«Le vicende dei minori più fragili ci interrogano sul modello di civiltà che vogliamo e questo provvedimento riconosce e restituisce dignità all’infanzia e al minore, e la sua ambizione è quella di essere all’altezza della generosità e dell’impegno di tanti cittadini italiani. Siamo – conclude – il primo Paese europeo ad avere approvato una legge così organica e dobbiamo esserne orgogliosi, rende giustizia alla nostra storia di Paese fondatore. Ora al più presto è necessaria una legislazione europea omogenea».

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 29 marzo 2017. Filed under POLITICA,Sociale,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *