Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il presidente Cattaneo in visita al Museo Tattile di Varese con il sindaco Galimberti

Cattaneo e Galimbertti con le ideatrici del progetto Museo Tattile

VARESE, 31 marzo 2017 – Un’esperienza multisensoriale: un percorso ‘al buio’ tra oggetti e modelli per comprendere la realtà dei non vedenti. È questa l’iniziativa a cui ha partecipato oggi il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo ospite del Museo Tattile di Varese. “Una realtà unica del nostro territorio che aiuta a sperimentare nel concreto l’esperienza delle persone che non hanno il dono della vista. È significativo che le responsabili e i volontari svolgano un lavoro tanto prezioso nei confronti delle giovani generazioni sensibilizzando su un problema sentito e diffuso. Occorre continuare a lavorare efare rete tra i soggetti e le realtà impegnate in questo settore. A Varese ci sono molte iniziative in atto e il Museo Tattile rappresenta una tra gli impegni più significativi in questa direzione” ha affermato il Presidente Cattaneo. 

Il Presidente è stato accompagnato nel percorso dal sindaco di Varese Davide Galimberti, da Livia Cornaggia e Dede Conti, due delle protagoniste della realizzazione varesina nata quasi sei anni fa e promotrici di tutte le attività del museo. Questa realtà che accoglie oltre 4500 visitatori l’anno rappresenta ad oggiun esempio sostanzialmente unico in Europa, perché esclusivamente dedicato all’esposizione di modelli tattili in legno, fruibili quindi tanto da vedenti quanto da non vedenti. In questo museo è ospitata una collezione di modelli tattili in legno che si propongono di ‘rivelare’ a tutti le infinite possibilità della percezione, come una sorta di enciclopedia tridimensionale da sfogliare con le mani, capace di raccontare a tutti il mondo in una modalità più comprensibile e più approfondita.

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 31 marzo 2017. Filed under Varese,VARESE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *