Confconsumatori Varese contro Agenzie recupero crediti: “Non si trattano così i soggetti più deboli”

VARESE, 3 aprile 2017-Desideriamo protestare contro lo strapotere delle Agenzie di Recupero Crediti operanti in Italia in nome e per conto di grandi aziende italiane.
Nella fattispecie Enel Energia spa nonostante la trattativa in atto, al fine di chiudere amichevolmente una contestazione riguardante fattura emessa a conguaglio, di € 10.231,98, nei confronti di una consumatrice varesina, riguardante la sua privata abitazione, passa d’ufficio all’Agenzia di Recupero Crediti Advancing Trade spa di Roma il mandato per il recupero dell’intera somma senza preventiva comunicazione a Confconsumatori Varese.
Inizia altra transazione e Confconsumatori chiude la trattativa a saldo e stralcio per l’importo di € 6.661,02, di cui € 250 a favore dell’agenzia, da versarsi in un’unica soluzione.
Il bonifico viene effettuato dalla consumatrice , intestataria della fattura, venerdì 31marzo.
Dietro nostro invito la consumatrice versa € 6.661,00 netti con copia inviata via fax dell’avvenuto versamento.
L’Agenzia di Recupero Crediti Advancing Trade spa di Roma da venerdì pomeriggio subissa di telefonate Confconsumatori varese e la consumatrice comunicando che la  “PRATICA NON E’ CHIUSA IN QUANTO ATTENDONO IL VERSAMENTO DEI DUE CENTESIMI MANCANTI”.
Questa la nostra denuncia nei confronti di chi grazie al suo potere tenta giornalmente l’asservimento dei cittadini meno tutelati.
Questa la nostra denuncia affinchè casi analoghi non abbiano più a ripetersi in special modo  nei confronti di persone anziane, facilmente manipolabili.
CONFCONSUMATORI VARESE