Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

I Legnanesi al Teatro galleria di Legnano

I Legnanesi

LEGNANO, 4 aprile 2017-Nonostante le difficoltà economiche e i problemi quotidiani, la Teresa, la Mabilia ed il Giovanni hanno adottato a distanza un bambino brasiliano. Una volta cresciuto il ragazzo, al secolo Paolo Roberto Josè Amarildo Santos do Nascimiento detto Gegè, decide di venire in Italia per conoscere la sua famiglia adottiva. L’accoglienza sarà in perfetto stile Legnanesi: affettuosa, coinvolgente e molto divertente. Tanto che Gegé inviterà i Colombo in Brasile, ma solo dopo aver rivelato loro un segreto che li lascerà a bocca aperta.

E anche il viaggio di ritorno, su una nave da crociera sulla quale la Mabilia sarà assunta come soubrette, sarà esilarante, con la Teresa ed il Giovanni impegnati a confrontarsi con l’alta società. Questa la sinossi di “I Colombo viaggiatori”, lo spettacolo che, dopo il successo riscosso a dicembre, i Legnanesi porteranno sul palcoscenico del Teatro Galleria in quattro nuove repliche. Fondati alla fine degli anni Quaranta da Felice Musazzi, i Legnanesi sono diventati un’icona del teatro italiano. Oggi a portare avanti la preziosa eredità sono Antonio Provasio (la Teresa), Enrico Dalceri (la Mabilia) e Luigi Campisi (il Giovanni).

Lo spettacolo è in programma venerdì 7 e sabato 8 aprile con inizio alle 21. Queste due date sono già sold out. Prevista anche due repliche pomeridiane, sabato 8 e domenica 9 aprile, con inizio alle 16. La data di domenica è sold out, per quella di sabato sono a disposizione ancora pochi tagliandi. I biglietti sono in vendita a partire da 27 euro e possono essere acquistati presso il Disco Store di piazza San Magno oppure in rete sul circuito TicketOne.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 4 aprile 2017. Filed under Spettacoli&Cultura,Teatro. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *