Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Medici Senza Frontiere confermano l’utilizzo di gas Sarin contro civili in Siria

Syria April 4, 2017. REUTERS/Ammar Abdullah

SIRIA, 5 aprile 2017- Ieri un attacco devastante ha colpito Khan Sheikhun, città vicino a Idlib, nel nord della Siria. La nostra équipe medica, che ha supportato il dipartimento d’urgenza dell’ospedale di Bab Al Hawa dove sono state trasferite molte delle vittime, ha potuto confermare che i pazienti presentano sintomi da esposizione a sostanze chimiche.

Pupille contratte, spasmi muscolari, defecazione involontaria. Su 8 pazienti abbiamo riscontrato questi sintomi coerenti con l’esposizione ad agenti neurotossici come il gas sarin. Li abbiamo trattati con farmaci e antidoti. Allo staff del dipartimento d’urgenza dell’ospedale abbiamo donato indumenti protettivi.

Le nostre équipe mediche sono riuscite anche a visitare altre strutture che stavano trattando pazienti colpiti dall’attacco e hanno riscontrato che le vittime avevano un odore di candeggina, che suggerisce una loro esposizione al cloro.
Questi elementi suggeriscono fortemente che le vittime dell’attacco di Khan Sheikhoun sono state esposte ad almeno due agenti chimici diversi.
Da sei anni la Siria è intrappolata nella morsa di un terribile conflitto che non risparmia nessuno.
Non ci stancheremo mai di denunciarlo: basta attacchi su civili e ospedali. Tutta la nostra solidarietà va alla popolazione siriana.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 5 aprile 2017. Filed under Esteri,Sociale,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *