Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Politecnico di Milano: premiate scuole di Saronno e Busto Arsizio

L’ Istituto “Arturo Tosi” di Busto Arsizio tra i premiati

MILANO, 9 aprile 2017-Si è svolta ieri nell’Aula Magna del Politecnico di Milano la Cerimonia di premiazione delle “Politest Top Schools”, le scuole secondarie superiori i cui studenti hanno ottenuto i migliori risultati ai Test di ammissione per l’anno accademico 2016/17.

PRIMO ASSOLUTO PER INGEGNERIA/ARCHITETTURA/DESIGN

Fuori regione

Liceo scientifico “Francesco Redi”, Arezzo

In regione

Liceo scientifico “Filippo Lussana”, Bergamo

TEST DI INGEGNERIA

Primo assoluto

Liceo scientifico “Paolo Frisi”, Monza

Liceo scientifico

Liceo scientifico “Giovan Battista Grassi”, Saronno (VA)

Liceo classico

Liceo classico “Paolo Sarpi”, Bergamo

Altri istituti

Istituto di Istruzione Superiore “Antonio Badoni”, Lecco

Fuori regione

Liceo scientifico “Angelo Messedaglia”, Verona

Test al IV anno

Liceo scientifico “Arturo Tosi”, Busto Arsizio (VA)

TEST DI ARCHITETTURA

Primo assoluto

Liceo scientifico “Alessandro Volta”, Milano

Liceo scientifico

Liceo scientifico “Niccolò Machiavelli”, Pioltello (MI)

Liceo classico

Liceo classico “Giosuè Carducci”, Milano


Liceo artistico

Liceo artistico “Paolo Candiani”, Busto Arsizio (VA)

Altri istituti

Istituto Tecnico per Geometri “Giuseppe Bovara”, Lecco

Fuori regione

Liceo scientifico “Enrico Fermi”, Arona (NO)

TEST DI DESIGN

Primo assoluto

Liceo artistico “Lucio Fontana”, Arese

Liceo scientifico

Liceo scientifico “Nicolò Copernico”, Brescia

Liceo classico

Liceo classico “Bartolomeo Zucchi”, Monza

Liceo artistico

Liceo artistico “Sacro Cuore”, Milano

Altri istituti

Liceo delle Scienze Umane “Carlo Tenca”, Milano

Fuori regione

Liceo scientifico “Alessandro Tassoni”, Modena

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 9 aprile 2017. Filed under PROVINCIA,Scuola. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *