Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Tre ragazzi italiani alla conquista di Eindhoven con “Squisito Streat Chefs”

EINDHOVEN, 11 aprile 2017-Coraggio, talento culinario, spirito imprenditoriale e sguardo oltre l’orizzonte, un trio di giovani italiani è pronto a sbarcare con Squisito Italian Streat Chefs ad Eindhoven, cittadina olandese in grande crescita, punto di riferimento e fucina di talentuosi designer. Il prossimo 16 Aprile, nel giorno della Santa Pasqua, aprirà le porte il Downtown Gourmet Market, concept in stile mercato metropolitano che ospiterà 21 realtà internazionali dall’afgana, alla turca, alla spagnola all’interno di 1200 mq. 

Posizione centralissima, di fronte alla chiesa di Santa Caterina, ogni punto gourmet avrà una dimensione di circa una ventina di mq, proponendo piatti per lo più in formato tapas. Aperto dal martedì alla domenica dalle 12:00 alle 24:00 con 500 posti a sedere, sia all’interno che all’esterno. Squisito Italian Streat Chefs sarà l’unica proposta italiana: 20 piatti della tradizione, provenienti da tutte le regioni, preparati con materie prime di eccellenza, grazie anche al supporto e alla collaborazione di produttori di qualità come Salumificio Ghirardi di Ezio Fava, Salumifico Martina Franca di Francesco Carriero, Salumificio Squisito di Angelo Capasso, l’Olio Extra Vergine di Oliva di Alberto Galuffo, Formaggi Degust, Gemma Verde Di Emma Scaravelli, Riserva San Massimo, i Pomodori Moncada di Francesco Frasca, Olio di Lucheschi, i Capperi di Salvatore D’amico. Arancini al ragù, Gnocco fritto con Culatello, Spaghetti alla Carbonara, Trofie al pesto, Arrosticini, Baccalà alla vicentina, Bonnet, il menù varierà settimanalmente con prezzi da 5 a 12,50 € e sarà affiancato quotidianamente da uno special. La chiave gourmet verrà sostenuta anche dai supporti utilizzati, ovvero piatti in ceramica, tazzine e piccoli padellini.

Misha Sukyas allo Spice Bistrò & Bar e conosciuto in quella cucina Alessandro Lo Deserto, con il quale, dopo averlo formato e fatto crescere, ha trovato il giusto feeling tra i fornelli. Il terzo elemento di questa avventura è Davide Lodeserto, esperto web e digital che si occuperà di tutta la parte organizzativa.

Ogni cliente potrà ordinare direttamente al banco o dal tavolo, utilizzando un QR code che rimanderà all’applicazione Butlaroo e pagando esclusivamente con carta di credito o Ideal, una piattaforma molto simile a Paypal. Questa permetterà di accedere ai menù di tutti e ventuno gli stand, ordinando contemporaneamente da più punti gourmet; penserà poi lei a suddividere correttamente la comanda e, una volta pronto l’ordine, sarà uno dei camerieri del servizio centralizzato a portare i piatti al cliente. Molto intelligente l’opzione che consentirà ad ogni “venditore” di offrire alcuni piatti solo in determinate fasce orarie o ad un prezzo speciale. Sarà attivo anche il servizio delivery, grazie alla collaborazione con Deliveroo, anche in questo caso, vi sarà un menù dedicato, parte di quello originale proposto all’interno del Downtown Gourmet Market e potrà essere attivato o disattivato, sempre in determinate fasce orarie, a seconda dei flussi.

Nel perfetto stile della cultura nordica, il 5% del netto di ogni vendita di ogni stand, inclusi i bar, verrà messo a fine anno in una cassa comune e suddiviso poi tra tutte le attività, esclusi i due bar che hanno esclusiva merceologica su alcolici e analcolici; un modo intelligente per riequilibrare il risultato di tutti. L’aspettativa da parte dei creatori del format è di circa un migliaio di clienti al giorno, in Olanda esistono già altre realtà simili, per esempio a Rotterdam e sta riscuotendo notevole successo.

La tradizione italiana in chiave street food gourmet alla conquista dei palati olandesi: la sfida che intraprenderanno Alessandro, Davide e Matteo dal 16 Aprile al Downtown Streat Market.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 11 aprile 2017. Filed under Economia. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *