Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Un pezzo di luna arriva in parlamento grazie all’onorevole Gadda e all’associazione Astronomica e Astronautica

ROMA, 11 aprile 2017-Si è svolta questa mattina presso la sala Stampa di palazzo Montecitorio la conferenza stampa promossa dall’on. Maria Chiara Gadda (PD) e l’Associazione per la divulgazione Astronomica e Astronautica (ADAA) per la presentazione della roccia lunare e il ciclo di conferenze “Ti porto la Luna”.

Per il terzo anno consecutivo, infatti, ADAA avrà in prestito fino al 18 giugno prossimo, dall’agenzia spaziale NASA un frammento di roccia lunare. Il campione è un estratto dal peso di 109 grammi, appartenente ad una roccia di 2.672 grammi raccolta durante la missione Apollo 15 dall’astronauta James Irwin nei pressi del modulo di atterraggio. La missione, svoltasi nell’estate del 1971, portò gli astronauti NASA ad allunare tra gli Appennini lunari, nei pressi del ruscello di Hadley

Il prezioso reperto – un basalto lunare di circa 3,3 miliardi di anni fa, ovvero più antico del 98% di tutte le rocce presenti sulla superficie terrestre – sarà il protagonista di un ciclo di conferenze scientifiche chiamato “Ti porto la Luna” che coinvolgerà diverse città e alcuni istituti scolastici.

Nel corso della presentazione di questa mattina sono intervenuti l’on. Maria Chiara Gadda, Luigi Pizzimenti (presidente ADAA), Dario Kubler (vice presidente ADAA), Alessandro Barazzetti (professore e membro ADAA), Simonetta Cheli (capo dell’Ufficio coordinamento ESA – Agenzia Spaziale Europea), Andrea Zanini (portavoce del presidente ASI – Agenzia Spaziale Italiana) e Paolo D’Angelo, giornalista.

«Abbiamo scelto di presentare a Montecitorio il progetto “Ti porto la Luna” perché iniziative dall’elevato contenuto culturale come questa, consentono di avvicinare i cittadini ai temi della scienza astronomica. Dare la possibilità ai ragazzi delle scuole di poter ammirare un reperto così raro, un frammento di storia affascinante ed eccezionale, può contribuire a diffondere una maggiore cultura scientifica, a cominciare dalle giovani generazioni – dichiara Maria Chiara Gadda, deputata del Partito Democratico. Questo luogo, la casa di tutti gli italiani, vuole rappresentare simbolicamente tutti i luoghi della Penisola che saranno toccati dal progetto di ADAA».

«L’Italia – ha proseguito Gadda – vanta una significativa esperienza in campo aerospaziale, e sono moltissime le aziende italiane che rappresentano una eccellenza mondiale nel settore. Per questo è per me un onore accogliere alla Camera dei Deputati i rappresentanti dell’Agenzia Spaziale Italiana ASI e di quella Europea ESA, a voler sottolineare l’importanza che anche la politica attribuisce alla ricerca in questo campo».

Il campione di roccia lunare

«“Ti porto la Luna” è giunto alla terza edizione, viaggerà in tutto il Paese raggiungendo oltre 100.000 studenti. Ascoltando i bambini di oggi, ti accorgi che non sono diversi dei bambini di tanti anni fa. La scienza è magia, l’esperienza di vedere una roccia lunare da pochi centimetri è concessa oggi a una nuova generazione di ragazzi e mi sento davvero fiducioso per il futuro» dichiara Luigi Pizzimenti, presidente dell’Associazione per la divulgazione Astronomica e Astronautica (ADAA).

Nel corso della conferenza stampa l’Associazione per la divulgazione Astronomica e Astronautica (ADAA) ha annunciato alcuni dei prossimi appuntamenti e dei progetti a scopo didattico.

«Dopo aver portato in Italia alcuni astronauti delle storiche missioni Apollo, fra cui il Colonnello Alfred Worden e il Generale Charlie Duke, sono orgoglioso di annunciare che ADAA porterà qui in Italia la prima donna ad aver volato nello spazio nel giugno del 1963, la cosmonauta russa Generale Valentina Tereshkova, membro della Duma di Mosca, che sarà nostra ospite in visita ufficiale in autunno» dichiara Dario Kubler, vicepresidente dell’associazione ADAA.

«Oggi parliamo anche di un mio grande sogno che maturavo da molto tempo: la costruzione e il lancio in orbita di un satellite a scopo didattico; ADAA ha raccolto questa sfida che diventerà realtà con il progetto CubeSat ALSAT 1» dichiara il professor Alessandro Barazzetti, membro di ADAA.

Sull’importanza della divulgazione scientifica e di questi progetti didattici è intervenuta anche Simonetta Cheli, capo dell’Ufficio coordinamento ESA – Agenzia Spaziale Europea. «L’ESA organizza presso il centro ESRIN di Frascati giornate di porte aperte per il pubblico, e partecipa alla Settimana Europea della Scienza, promuovendo attività di divulgazione attraverso mostre in alcuni musei di tutta Italia. L’obiettivo principale è quello di motivare i giovani a studi scientifici e di garantire la visibilità dei programmi spaziali». «L’Agenzia Spaziale Europea – ricorda è un organismo intergovernativo che sviluppa tecnologie ed applicazioni nel settore spaziale. In Italia è presente con un centro a Frascati, responsabile per l’utilizzo, la distribuzione e l’archiviazione di dati satellitari ambientali. Numerosi sono i progetti di ricerca ed applicativi che vengono gestiti da questo centro sui temi relativi ai cambiamenti climatici e l’ambiente».

 

«E’ fondamentale che gli studenti si appassionino allo spazio e alle grandi imprese della sua esplorazione.  Oggi infatti lo spazio richiede il lavoro di chimici, fisici, ingegneri, biologi e tanti altri scienziati. Gli studi interdisciplinari sono quindi fondamentali per progettare l’esplorazione dell’ambiente più complicato con il quale l’uomo si possa confrontare» dichiara Andrea Zanini, portavoce del Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

In meno di due decenni, l’Agenzia Spaziale Italiana si è affermata come uno dei più importanti attori mondiali sulla scena della scienza spaziale e delle tecnologie satellitari. L’ASI ha oggi un ruolo di primo piano tanto a livello europeo, dove l’Italia è il terzo paese che contribuisce maggiormente all’Agenzia Spaziale Europea, quanto a livello mondiale.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 11 aprile 2017. Filed under PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *